Il successo di ChatGPT e dei primi algoritmi AI

Fin dal suo approdo il prototipo chatbot sviluppato da OpenAI ha suscitato grande interesse da parte dei media, rivelando scenari avveniristici quanto ancora inesplorati

----------------------------
MASTERCLASS ONLINE DI REGIA CON MIMMO CALOPRESTI

----------------------------

Con tutto l’amore e il rispetto del mondo, questa canzone è una schifezza, una grottesca presa in giro di ciò che significa essere umani e non mi piace molto.

----------------------------
CORSO ONLINE DI CRITICA CINEMATOGRAFICA CON LA REDAZIONE DI SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

Questa dichiarazione è stata rilasciata da uno sconcertato quanto infastidito  Nick Cave in merito ad un suo “testo”. Apparentemente delinea uno scenario surreale, quasi da domandarsi se il rocker abbia deciso di emulare il collega Bono Vox nel ritrattare il proprio operato artistico. Invece Cave con questa dichiarazione emersa sul sito The Red Hand Files ha sviscerato senza fronzoli l’asprezza del proprio pensiero riguardo i prototipi chatbot, durante una conversazione con un fan che gli aveva mostrato come il campionatore di ChatGPT avesse elaborato il testo di una canzone adottando lo stesso stilema linguistico delle liriche di Cave. Reazione prevedibile nei confronti dell’IA che da cinquanta giorni a questa parte sta attirando a sé sempre più mole d’interesse da parte dei media.

--------------------------------------------------------------
SENTIERISELVAGGI21ST N.13 – PRENOTA LA COPIA IN OFFERTA SCONTATA ENTRO IL 31 GENNAIO!

--------------------------------------------------------------

Inaugurato lo scorso 30 Novembre, ChatGPT si può considerare il prodotto OpenAI più complesso e vicino alla tanto agognata idea di efficienza sintattica nel campo della ricerca e dello sviluppo delle intelligenze artificiali. Infatti l’organizzazione no profit inaugurata nel 2015 da Elon Musk e Sam Altman molto probabilmente non era mai giunta a risultati così apertamente incoraggianti nella creazione della prima nitida connessione tra uomo e AI, in questo specifico caso rivolto alla totale simbiosi con le meccaniche neurali del nostro cervello, e Musk come ben sappiamo già da tempo si interessa anche a questa dinamica.

How ChatGPT AI is changing our online lives forever

Una potenza algoritmica formatasi attraverso tecniche d’apprendimento automatico ed ossessive supervisioni per rinforzo, ChatGPT già sta tracciando i possibili e sempre più probabili scenari sociali e lavorativi, come per esempio il formidabile innesto nella creazione di contenuti per il web, articoli, archivi, email e codici. Ovviamente avere tra le mani un processore di tale caratura, già nelle sue forme primordiali discute quasi in maniera Asimoviana la forma stessa dell’intelligenza artificiale, anzi della conoscenza tutta. Se da una parte suggerisce scenari lavorativi dove l’uomo potrebbe divenire l’artefice ultimo del controllo dell’efficienza delle macchine fino a rendersi totalmente obsoleto, i chatbot sembrano ancora distanti dall’avere una vera e propria logica cognitiva. ChatGPT, insomma, non sembra saper scrivere come Nick Cave. Almeno per il momento…

----------------------------
BANDO PER IL CORSO DI CRITICA DIGITALE 2023

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative



    Rispondi