Il Torino Underground Cinefest si fa in streaming

“La settima edizione del Torino Undeground Cinefest (TUC) si presenta al pubblico con una serie di importanti novità, prima tra tutte la modalità di fruizione in streaming.” Con queste parole il regista Mauro Russo Rouge, ideatore e direttore del festival realizzato dalle associazioni ArtInMovimento e System Out, ha dato l’annuncio in un recente comunicato stampa.

La scelta è, ovviamente, dovuta all’esigenza di uniformarsi alle direttive del Decreto del Consiglio dei Ministri dell’11 marzo, inerente alle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!
--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
Il TUC, infatti, si sarebbe dovuto svolgere all’interno della Sala 1 dell’Ambrosio Cinecafè di Torino, che ha una capienza di 440 posti. Nella scorsa edizione i cinque giorni di manifestazione avevano visto partecipare più di 4000 persone alle proiezioni, motivo per cui un regolare svolgimento del festival sarebbe impossibile nello stato attuale di emergenza.

Ma anche rimandare l’evento, non avendo certezza di una reale data alternativa, e rinunciare a tutto il lavoro già svolto, è sembrato inopportuno al direttore artistico: “La nostra è un’azione inarrestabile che comincia molti mesi prima con un lavoro di sensibilizzazione attraverso un tour di rassegne sul territorio del Nord Italia (Torino, Ivrea, Tortona, Milano, Savona, Novara e Asti), animate da un unico obiettivo: divulgare, a rotazione, tutti i film in selezione. Un processo assai apprezzato da un pubblico sempre partecipe e attento.”

Così è nata l’idea di offrire al pubblico del TUC la possibilità di accedere almeno a parte dell’esperienza del festival, sfruttando le nuove tecnologie: “Non vogliamo certo farci schiacciare da tale situazione, ma con coraggio e intraprendenza desideriamo portare un messaggio di speranza permettendo a una platea potenzialmente più vasta di godere di questi magnifici prodotti e di garantire loro una maggiore visibilità.”

--------------------------------------------------------------------
LE BORSE DI STUDIO PER CRITICA, SCENEGGIATURA, FILMMAKING DELLA SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

Dei 2.111 film inviati al vaglio del team di preselezione, 61 sono entrati in concorso di cui 13 lungometraggi e 48 cortometraggi, provenienti da Germania, Olanda, Francia, Stati Uniti, Repubblica Ceca, Israele, Grecia, Inghilterra, Nepal, Chile, Polonia, Finlandia, Spagna, Austria, 2Bosnia ed Herzegovina, Russia e ovviamente Italia.
Oltre 40 di essi sono fruibili online, dopo l’opportuna autorizzazione degli autori e l’intero festival sarà in streaming sulla piattaforma italiana Indiecinema. Inoltre sette lungometraggi saranno anche disponibili su MYmovies.

Purtroppo, sono saltati gli eventi fuori concorso, tra cui erano previsti due masterclass, una con l’editor francese Hervè Schneid, (Delicatessen, Il favoloso mondo di Amelie, La città perduta, Neruda) e una sul film russo Anna’s War del regista Aleksei Fedorchenko, vincitore di due Nika Award’s come Miglior Film e Miglior Attrice, e la presenza di dodici autori.
Infine, spinto da quello che è l’imperativo che condivide coi suoi due soci Matteo Valier e Annunziato Gentiluomo “non sederci sugli allori e realizzare per crescere”, Mauro Russo Rouge ha annunciato che l’edizione del 2021 sarà di ben otto giorni, uno in più rispetto a quella di quest’anno.

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

Appuntamento dunque su Indiecinema dal 22 al 28 marzo.