"Il truffacuori", di Pascal Chaumeil

arnacoeur truffacuori duris paradis
Pur muovendosi sui classici binari di gag a ripetizione inframezzate al contesto narrativo principale, il film vive di un'armonia invidiabile, riuscendo con inebriata leggerezza a costruire le basi di un romanticismo di facile presa ma non per questo meno genuino. Il volto etereo di Vanessa Paradis riempie lo schermo di un'inebriante dolcezza, così come la componente comica è affidata al fascinoso Romain Duris che ha la faccia da schiaffi giusta per il ruolo

arnacoeur truffacuori paradis durisCome trovare l'amore quando il proprio lavoro è spezzare quelli altrui? Prova a dare una risposta alla domanda Roman Duris, con una commedia che ha sbancato i botteghini d'Oltralpe ed è ora pronta a conquistare anche il pubblico italiano.
Il truffacuori si basa su una trama tutto fuorché originale, ma il modo in cui viene raccontata porta una ventata di freschezza, con uno stile tipicamente francese, privo di volgarità e che concede il giusto spazio alla componente romantica della vicenda. E' perciò facile affezionarsi alle (dis)avventure di Alex Lippi, che insieme alla sorella e al cognato gestisce un'insolita agenzia. La sua missione infatti è quella di "aiutare" le donne alla prese con matrimonii infelici, e previo cospicuo pagamento da parte dei loro cari, sarà lui stesso a insinuarsi nella vita delle "vittime", fino a conquistare le loro attenzioni e allontanarle dai loro attuali compagni. Le cose però si complicano quando il suo obiettivo è la bella Juliette, felicemente innamorata del ricco Jonathan Alcott (che ha il volto di Andrew Lincoln di The Walking Dead in un insolito ruolo) e prossima alle nozze. Alex si trova così di fronte al compito più arduo della sua carriera, e nella settimana che precede il lieto evento dovrà conquistare l'imminente sposa, per l'occasione solitaria turista del Principato di Monaco. Il problema si fa tale quando il protagonista finisce per innamorarsene, rischiando di mandare all'aria l'intero piano. E in più, con degli strozzini alle calcagna per un mancato pagamento…
Pur muovendosi sui classici binari di gag a ripetizione inframezzate al contesto narrativo principale, il film vive di un'armonia invidiabile, riuscendo con inebriata leggerezza a costruire le basi di un romanticismo di facile presa ma non per questo meno genuino. La scena in cui viene parodiato, con molta classe, addirittura un classico delle love-story come Dirty Dancing, è probabilmente destinata a diventare un cult. Il merito della scorrevolezza e dell'immedesimazione che avvolgono lo spettatore è da "imputare" in buona parte alle interpretazioni: se la bellezza di Vanessa Paradis non si scopre certo oggi, è innegabile che il suo volto etereo riempia lo schermo di un'inebriante dolcezza, così come la componente comica è affidata al fascinoso Romain Duris, (supportato a perfezione dai "colleghi" Julie Ferrier e François Damiens, che ci regalano risate a pieni polmoni in diversi battibecchi), che ha la faccia da schiaffi giusta per il ruolo. Un'alchimia che funziona sin dal loro primo incontro, nel quale si comprende già quale sarà lo sviluppo della trama, che naturalmente non offre clamorosi colpi di scena.
Ma questo non è certo da considerarsi il limite, in una commedia che riesce a divertire con brio e gusto raffinato che la Francia non ha (quasi) mai lesinato. In occasione di San Valentino una proposta meno zuccherosa del solito, ricca di spunti cinici e irriverenti che sapranno conquistare variegate platee di pubblico, questa volta davvero senza distinzioni di sesso.

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

Titolo originale: L’arnacoeur

Regia: Pascal Chaumeil
Interpreti: Romain Duris, Vanessa Paradis, Julie Ferrier, François Damiens, Héléna Noguerra, Andrew Lincoln, Jacques Frantz, Amandine Dewasmes, Jean-Yves Lafesse, Jean-Marie Paris, Tarek Boudali
Distribuzione: Lucky Red
Durata: 105 min
Origine: Francia, Principato di Monaco, 2010

 

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

 

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8