Imagine, di John Lennon e Yoko Ono

In occasione nel 78° anniversario dalla nascita di John Lennon gli Abbey Roads Studios hanno restaurato il lungometraggio prodotto e diretto dallo stesso Lennon con Yoko Ono nel 1972.

Il film, inizialmente girato per la televisione (quindi a 25 fotogrammi al secondo) è stato completamente rimaneggiato fotogramma per fotogramma e rimasterizzato in Dolby Atmos per poterlo ben adattare al cinema, operazione che ha impiegato otto anni prima di dare i suoi frutti.

I visionari artisti entrano nella loro casa bianca casa ad Ascot, sotto le prime note di una delle canzoni più celebri del musicista, lui si siede al pianoforte e lei apre le grandi finestre della chiara e vuota stanza: è il famosissimo video di Imagine ad aprire l’omonimo film.

Da qui prende avvio l’autocelebrazione della loro vita in comune, fatta di laghi, parchi e grandi giardini deserti in cui i due artisti passeggiano, si cercano e si rincorrono. Alcune scene che partendo dalla quotidianità diventano lentamente surreali e spaesanti. Nel film ci sono pochissime parole, sussurrate o urlate in una spiaggia deserta, ma ciò che invece rimane sempre presente è la musica. Come sottofondo ci sono le canzoni del celebre album che da il titolo al film, e ad ogni variazione di brano ci ritroviamo davanti ad un diverso trattamento visivo, come se l’episodio si aprisse e chiudesse per far nascere poi quello seguente. Le scene si svolgono per lo più tra la loro abitazione, Londra e New York, seguendo gli spostamenti che la coppia fa durante la registrazione dell’album.

Immancabili sono i frammenti che mostrano l’attivismo politico dei due, dei cortei fatti contro la guerra in Vietnam, stralci di immagini di quest’ultima e le lacrime di Yoko davanti alla distruzione, alla morte e alla crudeltà umana.

Nel film compaiono anche amici intimi della coppia che si accodano alle scene surreali e quasi in loop come: George Harrison, Fred Astaire, Andy Warhol, Dick Cavett, Jack Palance e Jonas Mekas.

Per il resto il film è colmato solo da loro due, dai loro giochi sospesi e dalla loro vita di ogni giorno, che insieme alla musica riesce a creare una mix organico e piacevole alla vista e all’udito.

Gli ultimi 15 minuti serbano delle scene inedite che mostrano John Lennon nello studio di registrazione mentre incide How Do You Sleep? e Oh My Love, con lui anche George Harrison, Nicky Hopkins, Alan White e il bassista Klaus Voormann. La straordinaria particolarità di questa sequenza sta nel modo in cui sono state effettuate le riprese: queste infatti sembrano essere fatte dal centro dello studio di registrazione, mettendoci in stretto contatto con i musicisti e il cantante tanto che sembra quasi di essere lì. L’ultima scena invece ritrae ancora una volta la coppia in una sessione intima, entrambi, comodamente seduti sul divano cantano (con l’accompagnamento della chitarra di John) Oh Yoko!. Ancora una volta ci ritroviamo accolti nei loro spazi privati, in una continua alternanza tra pubblico e intimo, motivo per cui questo è stato anche definito ironicamente “il più costoso filmino di famiglia mai realizzato”.

Titolo originale: id
Regia: John Lennon, Yoko Ono
Interpreti: John Lennon, Yoko Ono, Fred Astaire, Dick Cavett, George Harrison, Jonas Mekas, Jack Palance, Daniel Richter, Miles Davis, Phil Spector, Andy Warhol
Origine: USA, 1072
Distribuzione: Nexo Digital
Durata: 83′

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *