"Incontro asimmetrico": cinema indipendente

TRE GIORNI DI CINEMA INDIPENDENTE
 
INCONTRO ASIMMETRICO
 
Da giovedì 21 a sabato 23 maggio 2009
 
 
INGRESSO LIBERO
 
Roma, Accademia di Francia Villa Medici
Viale Trinità dei Monti, 1
 
Da giovedì 21 a sabato 23 maggio 2009, l’Accademia di Francia ospita tre giorni di cinema indipendente nella rassegna INCONTRO ASIMETRICO, a cura di Raphaëlle Paupert-Borne, in cui saranno proiettati i film di registi provenienti da tre collettivi differenti, Film Flamme (Marsiglia), Malastrada.film (Catania), Ipotesi cinema (Bologna) e i lavori di Mario Brenta. La curatrice, ex artista in residenza a Villa Medici, propone una selezione tra film, documentari e film d’artista per far conoscere un cinema spesso considerato di nicchia, ma che trova sempre più seguito tra il grande pubblico.
 
PROGRAMMA IN ALLEGATO
 
INFORMAZIONI
 
Info pubblico:
tel. 06 6761 1
 
Ingresso libero
 
Proiezioni
Film proiettati in 35mm, 16mm e video,
in versione originale con sottotitoli in italiano
 
Accademia di Francia a Roma
Viale Trinità dei Monti, 1
Metro: Spagna – Bus 117 – 119 – Parcheggio Ludovisi
 
Proiezioni e dibattiti in presenza dei registi.
Incontri animati da Frédéric Valabrègue, scrittore.
 
 
Associazione Film Flamme è un collettivo di cineasti che vivono a Marsiglia. Si trova dal 2001, al Polygone étoilé, nel quartiere popolare di la Joliette. L ’esperienza unica di Film Flamme consiste nello sviluppare un’attività di creazione e di diffusione cinematografica, sulla base di un impegno sociale e artistico. Un cinema radicato nel reale e vicino al pubblico. Questo luogo è dotato in particolare di tre sale per il montaggio di film, un auditorium di proiezione che può accogliere circa 70 persone (attualmente è dotato di 16mm, 35mm e video beta SP) e di una sala per le mostre. É concepito per vivere il cinema in tutte le sue asperità e aspirazioni: produzione e post produzione dei film; atelier di cinema; residenze per la creazione degli autori provenienti da tutto il mondo; partenariati con strutture esterne per la programmazione comune o la possibilità di disporre del luogo per programmi autonomi. In circa quindici anni d’esistenza, Film Flamme ha saputo diventare un luogo di raggruppamento di forze presenti non soltanto a Marsiglia ma anche attraverso la rete delle complicità internazionali.
[www.polygone-etoile.com]
 
Mario Brenta, nell’arco di tre film (Vermisat, Maicol, Barnabo delle montagne), si è imposto come uno dei maggiori cineasti. Ha fondato, con Ermanno Olmi, Ipotesl Cinema, una scuola parallela, un luogo di incontri e di lavoro senza dogmi ma il cui funzionamento porta gli studenti a iscrivere il loro percorso personale nello spirito di un collettivo attento a interrogare/cogliere il reale attraverso, in particolar modo, un uso libero dei codici del genere documentario. Con dei mezzi materiali modesti ma con una grande ricchezza umana, Ipotesl Cinema è diventato il vivaio del giovane cinema italiano.
 
IpotesICinema. Eterogeneo per età, esperienza, capacità, idee, linguaggio stile. Omogeneo per anticonformismo, rifiuto del luogo comune, dello stereotipo; per curiosità e rispetto nei confronti della realtà come essa è. Da questa dialettica tra eterogeneità ed omogeneità scaturisce la dinamica formativa di IpotesICinema. Dallo scambio, dal confronto nasce la verifica delle proprie idee e delle proprie esperienze, attraverso un percorso comune. IpotesICinema è la pratica dell’attività concreta di un collettivo condotta nel rispetto più totale delle singole individualità. In questo punto risiede la sostanziale diversità tra IpotesICinema e l’istituzione scolastica tradizionale.
 
La Malastrada.filmè una struttura di creazione e di diffusione di cinema di ricerca che ha scelto di fare della “Produzione dal basso” (modo di produzione per sottoscrizione) un metodo di realizzazione di opere cinematografiche. Alla base di tale scelta, c’è la volontà di sperimentare un nuovo sistema di produzione/creazione che permette di relazionarsi a numerosi coproduttori, in un’ottica di reciproco scambio intellettuale e umano. Per Malastrada.film “produrre dal basso” significa superare sia l’industria televisiva sia quella cinematografica, restare al di fuori del controllo politico ed estetico delle multinazionali, del loro immaginario, e delle loro storie.
[www.malastradafilm.com]