Indipendent Spirit Awards 2019 – Vince Se la strada potesse parlare

Come da tradizione, il giorno prima degli Oscar vengono assegnati a Santa Monica, gli Independent Spirit Award, i riconoscimenti ai film del cinema indipendente. Le regole indicano che possono essere votati tutti i titoli realizzati negli Stati Uniti con un budget inferiore ai 20 milioni di dollari. A vincere il premio come miglior film è stato Se la strada potesse parlare di Barry Jenkins, che in tutto si è portato a casa tre riconoscimenti. Afroamericano anche il premio per il miglior esordio che è andato a Boots Riley per Sorry to bother you. Come migliori attori protagonisti hanno vinto Ethan Hawke (First Reformed) e Glenn Close (The Wife). Gli Indie Spirit hanno parlato però anche italiano con due riconoscimenti al Suspiria di Luca Guadagnino: miglior fotografia e il Robert Altman Award.

 

 

Ecco l’elenco completo dei vincitori

Film: Se la strada potesse parlare

Film d’esordio: Sorry to bother you

Regia: Barry Jenkins (Se la strada potesse parlare)

Attore: Ethan Hawke (First Reformed)

Attrice: Glenn Close (The Wife)

Attore non protagonista: Richard E. Grant (Copia originale)

Attrice non protagonista: Regina King (Se la strada potesse parlare)

Sceneggiatura: Copia Originale

Sceneggiatura d’esordio: Eight Grade

Fotografia: Suspiria

Montaggio: You were never really here

Film internazionale: Roma

Documentario: Won’t you be my neighbor?

Bonnie Award: Debra Granik

Robert Altman Award: Suspiria