inizioPartita. Tecnovisionarie 2018 ha premiato Elisa Di Lorenzo

AESVI (l’Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani) ha preso parte qualche giorno fa con una propria delegazione alla cerimonia di premiazione Tecnovisionarie 2018, premiando Elisa Di Lorenzo, co-founder di Untold Games.

Elisa ha ricevuto il premio dedicato ai videogame – riconoscimento inserito per il primo anno in Tecnovisionarie – con la motivazione ufficiale di non aver mai perso la voglia di giocare e di immaginare mondi in cui reale e virtuale si fondono.

Promosso da Women&Tech – Associazione Donne e Tecnologie, il Premio Internazionale Tecnovisionarie viene attribuito ogni anno a donne che, nella loro attività professionale, hanno testimoniato di possedere visione, privilegiando l’impatto sociale, la trasparenza nei comportamenti e l’etica. Donne ritenute “Tecnovisionarie” nel settore della ricerca, dell’innovazione, dell’impresa, dei media e della cultura.

Giunto alla sua XII edizione, imperniata sul tema “Being Digital”, il premio poteva vantare quest’anno una giuria composta da qualificati esponenti degli ambiti tematici delle diverse categorie di concorso, del mondo della cultura e della comunicazione.

Elisa è stata descritta quasi come una moderna principessa della virtual reality, in grado di mescolare l’interattività dei videogiochi con lo storytelling cinematico, per liberare una narrativa ricca di emozioni e di esperienza immersiva. Ma anche per aver dimostrato con il proprio esempio che la programmazione software non è cosa “per soli uomini”. Inoltre, le è stata riconosciuta una grande capacità di saper innovare in un mercato estremamente competitivo ed una forte determinazione nel saper trasformare un sogno ed una passione in realtà.

Elisa Di Lorenzo

Elisa Di Lorenzo, la developer premiata da Tecnovisionarie 2018

Appassionata da sempre di videogame, Elisa si è laureata in Informatica all’Università di Genova (presso il DISI Dipartimento di Informatica e Scienze dell’Informazione). Durante i suoi studi specialistici, ha iniziato a lavorare come sviluppatore di videogiochi freelance, principalmente nella creazione di giochi Flash, occupandosi in particolar modo di intelligenza artificiale, pathfinding, user interaction e level-design.

Nel 2008 ha fondato i FoofaStudios e nel 2013 ha stretto una partnership con il regista ed attore Flavio Parenti, dando vita ad Untold Games Ltd., azienda della quale è co-founder e che attualmente sviluppa videogame, esperienze immersive per l’entertainment e soluzioni VR/AR/MR per clienti corporate.

La cerimonia di premiazione si è tenuta il 21 Maggio scorso presso il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano, e ha visto la partecipazione di decisori dell’impresa, dell’università, della pubblica amministrazione e di personalità del mondo scientifico, culturale e dei media.

L’attribuzione di questo primo premio Tecnovisionarie per il settore videogame (…ricordiamo, infatti, assegnato per la prima volta durante questa edizione del 2018) è un giusto riconoscimento alla professionalità femminile nel mondo del videoludismo italiano. AESVI tiene chiaramente a sostenere il comparto produttivo italiano legato al videogaming, coniugando questo obiettivo con una maggiore partecipazione femminile ad un ambito che, fino a pochi anni orsono, era stretto appannaggio dell’altro sesso.