Jia Zhangke per Apple, Chinese New Year

Jia Zhangke ha stretto una collaborazione con la Apple realizzando un cortometraggio in occasione del Capodanno cinese che si terrà il prossimo 5 febbraio. Il corto racconta il viaggio di un giovane costretto a tornare nella città in cui lavora, dove trascorrerà la ricorrenza. Facendo un rapido ritratto della Cina, dalla provincia alle realtà metropolitane, Jia ci mostra come la lontananza, che sempre più spesso si crea tra i nuclei famigliari a causa del lavoro, possa essere colmata attraverso l’amore e la tradizione. Il ragazzo, durante il suo cammino si trascina infatti dietro un pesantissimo secchio chiuso ermeticamente che gli ha donato la madre prima di andare via. Ignaro del contenuto, lo porta con sé, per scoprire infine che al suo interno c’è il cibo che mangerà in occasione del Capodanno.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

L’anno scorso per la stessa occasione il compito fu affidato a un altro regista cinese, Peter Chan, che con l’utilizzo dell’iPhone X realizzò un cortometraggio sull’importanza della riunione durante le feste intitolato Three Minutes.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Quelle con Jia Zhangke e Peter Chang sono solo alcune delle tante collaborazioni che la Apple ha stretto con registi di tutto il mondo con l’intento di realizzare opere audiovisive e allo stesso tempo fare pubblicità ai propri prodotti. Tra questi figura anche Michel Gondry, che tempo fa ha girato un cortometraggio intitolato Détour.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Negli ultimi tempi questi esperimenti targati Apple hanno coinvolto formati persino più estesi, come quello del lungometraggio. Lo dimostrano i tanti registi che hanno scelto volontariamente di utilizzare iPhone per girare degli interi film. Tra gli esempi più illustri ricordiano Tangerine di Sean Baker, il magnifico Unsane di Steven Soderbergh e 9Rides di Matthew A. Cherry.