Jim Jarmusch tra cinema e musica

Tra i nuovi progetti un documentario su Iggy Pop
Intervistato come curatore della prossima edizione del festival newyorkese All Tomorrow's Parties (3-5 settembre), Jim Jarmusch ha parlato a Pitchfork di due nuovi progetti  cinematografici.
A sinistra: Michael Fassbender, Mia Wasikowska e Tilda Swinton. A destra, Jim JarmuschIl primo, per ora senza titolo e non ancora completamente finanziato, prevede un  cast interessante: Tilda Swinton (Io sono l'amore), Michael Fassbender (Fish Tank, Bastardi senza gloria) e Mia Wasikowska. Per la Swinton sarebbe il terzo film con Jarmusch dopo Broken Flowers e The Limits of Control; per l'emergente attrice polacca sempre più richiesta (Alice in wonderland, Jane Eyre in coppia con Fassbender) un'interessante voce nel curriculum.
 Secondo progetto, un documentario sulla nascita di una leggenda della storia della musica: Iggy Pop & The Stooges. Jarmusch è da sempre totalmente impegnato nel campo musicale: nella sua carriera ha collaborato con Neil Young, Joe Strummer, Tom Waits (che per lui diventa attore, da Daunbailò a Coffee & Cigarettes), RZA (che si è occupato di Ghost Dog) . Attualmente sta lavorando di persona con il compositore Phil Klein su un'opera non tradizionale sulla figura di Nikolai Tesla, e ha rilasciato un nuovo EP con la sua band Bad Rabbit (inclusa nella soundtrack di The Limits of Control).
Per  All Tomorrow's Parties la sua selezione è impeccabile: dal punk rock all'hip hop (Raekwon, GZA, DJ Kool Herc), dallo psych (Dungen, Wooden Shjips, the Black Angels) al drone-metal  – Sunn O))), presente insieme a Boris nella soundtrack di The Limits of Control – fino ai nomi notissimi: Sonic Youth, Iggy and the Stooges, Shellac, Tortoise, Explosions in the Sky, The Books, Bardo Pond. (m.p.)
------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8