Johnny English colpisce ancora, di David Kerr

Johnny English è tornato. Ora fa l’insegnante di geografia e insegna segretamente ai suoi piccoli allievi i rudimenti dello spionaggio. Ma quando un attacco hacker colpisce i database dell’MI7, i servizi segreti britannici sono costretti a contattare gli agenti in pensione. Dopo sette anni dal secondo capitolo e 15 dal primo ecco dunque Johnny English colpisce ancora diretto da David Kerr, terzo capitolo della saga che vede protagonista Rowan Atkinson nei panni della controparte comica di James Bond.

English mette involontariamente fuori gioco i suoi colleghi e al colloquio con il capo è l’unico che può dimostrarsi pronto ad entrare in campo. Ma non sarà facile tornare ad essere operativo. Laddove una volta era abituato ad usare armi da fuoco e gadget sofisticati, ora avrà in dotazione un solo oggetto: lo smartphone. English, uomo dalle vecchie maniere, sarà affiancato dal suo fedele collega Angus Bough, di nuovo interpretato da Ben Miller, in un susseguirsi di gag esilaranti.

Jake Lacy interpreta Jason Volta, un miliardario imprenditore del settore informatico che ha sviluppato un software in grado di raccogliere un’enorme quantità di dati. Afferma di volerlo mettere a disposizione del mondo per garantire la sicurezza di tutti. In realtà mira ad impossessarsi dei dati per prendere il controllo dell’intera rete. Ciò che ha davvero importanza nel mondo di oggi sono i dati e lui lo ha capito. Le sue parole sono talmente convincenti da persuadere il primo ministro britannico (Emma Thompson), intenzionata a proporre ai capi di stato del prossimo G12 a sposare la causa di Jason Volta.

È qui che entra in campo Johnny English. Recupererà i gadget old school a lui familiari, sceglierà di guidare un’Aston Martin V8 Vanguard del 1977 e rifiuterà l’uso dello smartphone, ma dovrà fare i conti con un nemico ipertecnologico. Tra mirabolanti inseguimenti automobilistici, attacchi informatici e realtà virtuale, English riuscirà a trovare una pista seguendo la spia russa Ophelia, che ha il volto della seducente Olga Kurylenko (attualmente in sala anche con L’uomo che uccise Don Chisciotte).

In un susseguirsi di brillanti trovate tra analogico e digitale, il film offrirà ai fan del comico inglese un’ora e mezza di divertimento assicurato. Johnny English colpisce ancora è un mix di azione e comicità che si regge interamente sul talento di Rowan Atkinson, come al solito perfetto nel ruolo dell’agente segreto più imbranato del Regno Unito.

 

 

Titolo originale: Johnny English Strikes Again

Regia: David Kerr

Interpreti: Rowan Atkinson, Ben Miller, Olga Kurylenko, Emma Thompson, Jake Lacy

Distribuzione: Universal Pictures

Durata: 88′

Origine: UK/Francia/USA, 2018