Juan of the Dead: zombie a Cuba

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Il trailer è visibile anche su VIMEO.

--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!

-----------------------------------------------------

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Il teaser è visibile anche qui. Il primo teaser qui, un altro promo qui

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

Juan de los muertos (JUAN OF THE DEAD) zombie comedy cubana"50 anni dopo la rivoluzione cubana, una nuova rivoluzione sta per cominciare": questo l'irresistibile assunto di una nuova strampalata zombie-comedy che fa eco a Shaun of the Dead (L'alba dei morti dementi), la commedia britannica che ha saputo fondere la tematica horror per eccellenza con l'umorismo.

Ecco il trailer di Juan de Los Muertos (ovvero Juan of the Dead) scritto e diretto dall'argentino – cubano di adozione – Alejandro Brugués.  

Quando L'Avana viene invasa da una legione di zombie, i media del luogo diffondono la voce che i disordini sono causati da forze segrete al servizio degli Stati Uniti.

Sarà Juan (Alexis Díaz de Villegas, nella vita regista teatrale), quarantenne nullafacente, l'improbabile eroe del film, a dedicarsi a sterminare a modico prezzo i membri infetti delle famiglie cubane con lo slogan "Juan de Los Muertos, uccidiamo i vostri cari" (come si vede nel fantastico spot-teaser qui in alto).

Ad accompagnarlo nella sua nuova attività, l'amico Làzaro (Jorge Molina) e i due figli, il playboy Vlady (Andros Perugorría, figlio dell'attore Jorge) e Camila (Andrea Duro) una bella ragazza determinata che detesta la cialtroneria del padre, ma si vede costretta a partecipare all'impresa. Juan, che ha appreso le arti marziali da militare, diventerà suo malgrado l'eroe che combatte per la salvezza della sua patria…

A vedersela con gli zombie, muniti di catapulte, mazze da baseball e altri oggetti più o meno quotidiani, oltre che di una zombie-mobile anfibia costruita con mezzi di fortuna, La China (Jazz Vilá) un Bruce Lee con fionda e il muscoloso El Primo (Eliecer Ramírez).
 

Juan de los muertos (JUAN OF THE DEAD) di Alejandro BruguésNelle intenzioni del regista, Juan de Los Muertos è una commedia nera sul modo di pensare e di agire cubano.

"Nel film ci prendiamo gioco di ciò che siamo. Il governo accusa di tutto gli Stati Uniti. Noi, passivamente, cerchiamo di ignorare i problemi. Poi, davanti alla crisi, cerchiamo di fare affari.Infine pensiamo di lasciare il paese. […] 

I cubani hanno dovuto sviluppare un grande talento per sbarcare il lunario, che si tratti di mantenere in grado di camminare per anni e anni un arrugginito Chevy del '57 o di trovare un modo per nutrire una famiglia con un salario di 20 dollari al mese. Siamo abituati a pensare 'qualcosa ci inventeremo', a cercare di risolvere i problemi da soli e trovare un modo per sopravvivere. I cubani hanno avuto a che fare con gravi problemi negli ultimi 50 anni".

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

 
Ma non è esattamente una satira politica, precisa il produttore esecutivo Inti Herrera. "I film di zombie nascono in genere in un contesto anglosassone e americano, questa è la prima volta che si tenta di decontestualizzare il genere". La maggior parte dei film cubani vengono realizzati con meno di 300.000 dollari. Con Juan of the Dead, coproduzione cubana (La Quinta Avenida) e spagnola (La Zanfoña) da circa 1,6 milioni di euro, in gran parte spesi per gli ottimi effetti speciali, i produttori sperano di aver realizzato un film meno amatoriale, fruibile dal pubblico di tutto il mondo.

Juan de Los Muertos si candida infatti ad essere il primo  horror girato dopo la rivoluzione del 1959. L'unico film cubano sull'argomento a cui Brugués dichiara di essersi potuto ispirare, è Vampiros En La Habana: Juan Padron, film animato del 1985.

 
Juan de los muertos (JUAN OF THE DEAD): la zombie mobileBrugués, classe '76, gira nel 2007 il suo primo lungometraggio Efectos personales, storia d'amore e di fuga ambientata nella Cuba contemporanea. Tra i suoi film del cuore cita un titolo su tutti: Lo Squalo.

"Sono cresciuto con gli horror americani a tema zombi e mi è sembrato naturale girarne uno in una città logorata dalla povertà e dalla rassegnazione. Un giorno, passeggiando per L'Avana, osservavo le espressioni sui volti della gente. Zombies. Non hanno nemmeno bisogno di make up".


Juan de Los Muertos
, presentato al marchè di Cannes 64, dovrebbe uscire sul mercato internazionale. Intanto sarà ospite del 44° Festival di Sitges (6-14 ottobre 2011) dove è stato selezionato in concomitanza con la tradizionale Zombie Walk, che nel 2008  è stata inaugurata da George Romero.

Nella nostra gallery tutte le immagini e alcune foto dal set, che ha l'aria di essere stato alquanto movimentato…