Juergen Teller in mostra alla Triennale di Milano

Il fotografo tedesco, tra i più influenti della sua generazione con il suo “glamour sporco”, sarà protagonista di una mostra alla Triennale di Milano fino al prossimo 1° aprile

--------------------------------------------------------------
CORSO DI SCENEGGIATURA ONLINE DAL 6 MAGGIO

--------------------------------------------------------------

Sarà visitabile fino al prossimo 1° aprile presso la Triennale di Milano una retrospettiva dedicata al fotografo Juergen Teller, dal titolo Juergen Teller i need to live, inaugurata lo scorso 27 gennaio, alla vigilia del suo sessantesimo compleanno.

--------------------------------------------------------------
#SENTIERISELVAGGI21ST N.17: Cover Story THE BEAR

--------------------------------------------------------------

Teller inizia la propria carriera alla fine degli anni ‘80, lavorando inizialmente in ambito musicale. Tra i suoi scatti più celebri di tale periodo, nonché forse quello che più lo porta alla ribalta pubblica, si segnala la foto realizzata per la copertina di Nothing Compares 2U di Sinéad O’Connor, tra i singoli più venduti al mondo nello stesso anno. Nel corso del 1991 documenta invece il tour dei Nirvana in Germania, iniziando ad affinare lo stile che lo caratterizzerà per il resto della sua carriera. Spesso impegnato in collaborazioni con alcune delle celebrità più note a livello globale, Teller sembra annullare tramite i propri scatti estremamente realistici e minimali qualsiasi aura di divismo che li circonda. In antitesi con i tradizionali ritratti delle icone pop, sempre protettivi nei confronti della loro immagine, il fotografo tedesco pone veri e propri divi come Iggy Pop o Björk, due degli artisti con cui più spesso ha collaborato nel corso della propria carriera, al centro di scene di vita quotidiana, senza contestualmente nascondere le imperfezioni fisiche dei propri soggetti, grazie ad un forte impiego del flash.

Già dalla metà degli anni ‘90 inizia a lavorare sempre più nell’ambito della moda, prestando il suo stile glamour sporco (come lo stesso artista l’ha più volte definito) a riviste come The Face, Vogue o WMagazine, e a stilisti del calibro di Marc Jacobs e Vivienne Westwood. Proprio quest’ultima, oltre che attraverso il proprio marchio, ricorre nelle foto di Teller anche in qualità di soggetto, rendendo tale collaborazione centrale nella creazione dell’immagine di icona punk e di attivista in ambito dei diritti civili della stessa Westwood.

Divenuto uno dei fotografi più influenti della propria generazione, è inoltre stato uno dei protagonisti della ricollocazione delle fotografie di moda, considerate in quanto commerciali espressioni di “cultura bassa”, in contesti di “cultura alta”. Nel corso degli ultimi anni sono infatti sempre di più i musei che accolgono all’interno della propria collezione scatti di Teller o che ne ospitano una retrospettiva, come quella dedicatagli per l’appunto dalla Triennale di Milano e che era già stata esposta al Grand Palais Éphémère di Parigi dallo scorso 16 dicembre.Nell’ambito della mostra Juergen Teller i need to live, ha inoltre presentato il suo ultimo progetto, in cui replica alcuni dei lavori più noti della propria carriera, utilizzando come protagonista sua figlia, la piccola Iggy, da cui il titolo Iggy Teller does Teller. L’idea ha radici un paio d’anni fa, in occasione di una collaborazione tra il Document Journal e il fotografo tedesco, per cui questi decise di ritrarre Iggy Pop. Durante tale lavoro, Teller rimase tanto impressionato dal cantante e dalla sua vitalità, da decidere di darne il nome alla propria nascitura figlia. Venuto a sapere di tale scelta, lo stesso Document Journal ha quindi proposto al fotografo di utilizzare uno scatto della piccola Iggy per una cover della rivista. Teller, ritenendo che un qualsiasi shooting con la figlia neonata sarebbe sembrato un banale album di famiglia, ha quindi avuto l’idea di riproporre le foto che lo hanno reso celebre in tutto il mondo, rendendone però proprio la bambina il soggetto.

Tutte le informazioni sulla mostra sono disponibili sul sito della Triennale di Milano.

--------------------------------------------------------------
CORSO ONLINE SCRIVERE E PRESENTARE UN DOCUMENTARIO, DAL 22 APRILE

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative


    Array