Keep walking: un nuovo capitolo della serie Walker di Tsai Ming-liang

No No Sleep, di Tsai Ming-liang

Dopo il viaggio in occidente di Xi You, nella Francia di Denis Lavant, e dopo una tappa nella nativa Malesia del regista (contenuta nel film collettivo Letters from the South), il lentissimo cammino di Lee Kang-sheng continua nella gelida Tokyo invernale di No No Sleep, ottavo episodio di un progetto che ha conosciuto incarnazioni teatrali, cinematografiche e installative

No No Sleep, di Tsai Ming-liang

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

Lee Kang-shengContinua il viaggio del monaco interpretato da Lee Kang-sheng nella serie multimediale Walker del regista taiwanese Tsai Ming-liang. Dopo il viaggio in occidente di Xi You, nella Francia di Denis Lavant, e dopo una tappa nella nativa Malesia del regista (contenuta nel film collettivo Letters from the South, presentato a Rotterdam), il lentissimo cammino del protagonista continua nella gelida Tokyo invernale di No No Sleep, ottavo episodio di un progetto che ha conosciuto incarnazioni teatrali, cinematografiche e installative. Il corto sarà contenuto all'interno del film collettivo Beautiful 2015, film in quattro episodi che vedrà, oltre a Tsai, la regia del maestro iraniano Mohsen Makhmalbaf (che ha di recente presentato il suo ultimo film, The President, a Venezia), che con The Tenant racconta le disavventure di un giovane ragazzo iraniano a Londra; il regista cinese di quinta generazione Huang Jianxin, che racconta le virtù del sonno e della veglia in Insomniac Diary e, infine, il padre della New Wave di Hong Kong Yim Ho che in Three Days After my Death illustra la parabola di una donna desiderosa di morire, ma che dovrà prima salvare la vita di una persona. Il film è stato commissionato e prodotto dall'Hong Kong International Film Festival, dove sarà presentato al pubblico il 27 Marzo. Dopo Stray Dogs, capolavoro presentato due anni fa a Venezia, Tsai aveva lasciato intendere di non voler più girare film, in parte per colpa della difficoltà produttive, ma il cammino del suo attore di sempre Lee Kang-sheng non sembra volersi interrompere. Come annunciato dallo stesso attore: "Per il resto della mia vita, proseguirò a camminare. Proveremo a camminare in diverse città, registrare questa esperienza e trasformarla in qualche film. Preferirei che il mio andamento fosse ancora più lento. Penso sempre che dovremmo mantenere qualcosa mentre viviamo, non consumare subito tutte le risorse in fretta. Lasciare che il tempo passi lentamente, in modo da vedere ciò che ci circonda e il mondo intero in maniera più chiara. Ci vuole tempo per vedere le cose chiaramente".

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #7