Kick-Ass 2

Kick-Ass 2

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
---------------------------------------------------------------

Titolo originale: Id.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------
Interpreti: Aaron Taylor-Johnson, Chloë Grace Moretz, Christopher Mintz-Plasse, Jim Carrey, Donald Faison, Lyndsy Fonseca, Robert Emms, Lindy Booth, John Leguizamo, Daniel Kaluuya, Clark Duke, Yancy Butler
Origine: USA, UK, 2013
Distribuzione: Universal Pictures
Durata: 113'

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
----------------------------------------------------------------

L'esempio di Kick-Ass (Aaron Taylor-Johnson – Anna Karenina, Nowhere Boy) ha ispirato una schiera di nuovi eroi in costume, capeggiati dal colonnello Stelle e Strisce (Jim Carrey – I pinguini di Mister Popper, A Christmas Carol). Al gruppo si unisce lo stesso Kick-Ass dopo che Hit-Girl (Chloë Grace Moretz – Dark Shadows, Le paludi della morte) è stata smascherata e perciò costretta a ritirarsi. Quando però su Kick-Ass incombe la minaccia del perfido The Mother Fucker (Christopher Mintz-Plasse – Facciamola finita, Voices), deciso a vendicare suo padre, Hit-Girl dovrà rientrare in azione.

Sequel del fortunatissimo adattamento del fumetto creato da Mark Millar e John Romita Jr. che, uscito tre anni fa, ha incassato quasi 100 milioni di dollari in tutto il mondo. Matthew Vaughn, regista del primo capitolo, figura stavolta solo come produttore, lasciando regia e scrittura a Jeff Wadlow (Never Back Down – Mai arrendersi, Nickname: Enigmista). La fotografia è di Tim Maurice-Jones (Sacro e profano, Human Nature), le musiche originali di Henry Jackman (G.I. Joe – La vendetta, X-Men – L'inizio) e Matthew Margeson (Skyline). Le riprese si sono svolte tra settembre e novembre 2012, per la maggior parte in Canada, con una coda in Gran Bretagna presso i Pinewood Studios. Il lancio è stato accompagnato dalle polemiche per la decisione di Jim Carrey di non partecipare alla promozione del film perché "troppo violento". Il ripensamento sarebbe avvenuto a seguito dei fatti drammatici del dicembre scorso alla Sandy Hook Elementary School di Newtown, in Connecticut, in cui persero la vita ventisette persone per mano di un ragazzo di vent'anni.

(A.A.)

 

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"