LA FOTO DEL GIORNO – Dai Libri di Sangue di Clive Barker, il nuovo "Dread"

Una scena da Sono online le prime immagini di Dread, adattamento cinematografico di una storia che apre il secondo dei famosi Libri di sangue di Clive Barker. Il film è diretto da Anthony DiBlasi, produttore di diverse pellicole ispirate alle opere dello scrittore inglese, alcune delle quali ancora in preproduzione. Dread racconta di tre studenti che conducono una serie di esperimenti sulle reazioni delle persone a ciò che più le terrorizza. Il direttore della fotografia è Sam McCurdy (The Descent, Le colline hanno gli occhi II e Doomsday). Romanzi e racconti di Barker sono da sempre saccheggiati dal grande schermo: Barker in persona ha diretto Nightbreed nel 1990, nel  tratto dal suo Cabal, e il primo film della celebre saga di Hellraiser nel 1987 (nel 2009 uscirà il remake, che inizialmente doveva essere diretto da Bustillo e Maury, giovani talenti francesi di À l’interieur, ma sembra passato di recente nelle mani di Pascal Laugier, regista di Saint Ange e Martyrs). Solo negli ultimi anni, il lavoro di Barker ha ispirato ancora due episodi della prima e seconda stagione di Masters of Horror (Haeckel's Tale per John McNaughton e Valerie on the Stairs per Mick Garris), così come il recente The Midnight Meat Train (qui sito ufficiale e trailer) diretto dal giapponese Ryuhei Kitamura (Versus, Azumi, Love Death).

Nel frattempo, ecco il primo trailer di Book of Blood, sempre tratto dal lavoro di Barker, diretto da John Harrison, attivo soprattutto in tv (tre episodi di Tales from the Crypt per la HBO).

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

 

Book of Blood – primo trailerBook of Blood - J. Harrison - poster

--------------------------------------------------------------------
I NUOVI CORSI ONLINE LIVE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

 

Se rimosso, visibile anche qui o qui