La guida allo streaming di Febbraio 2022 di Sentieri Selvaggi

Una guida allo streaming con tutti i titoli più interessanti in uscita a Febbraio 2022. Netflix, Prime, RaiPlay, Mubi, Disney+, Apple TV, Sky, Tim Vision, StarzPlay, Infinity, Chili

-----------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI: APERTE LE ISCRIZIONI ANNO 2022-23


-----------------------------------------------------------

Torna l’appuntamento mensile che sonda le profondità digitali delle piattaforme streaming alla ricerca dei titoli più interessanti da vedere ogni mese tra film, serie tv e documentari, nel tentativo di offrire uno spazio sicuro e accogliente complementare all’offerta cinematografica in sala. Questo mese, nella nostra selezione, il ritorno di Shonda Rhimes, il documentario Netflix in tre parti dedicato a Kanye West, la nuova serie con Uma Thurman su Appletv e Pam & Tommy su Disney+

----------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ, per Fare Cinema

----------------------------

 

----------------------------
SCUOLA DI SCENEGGIATURA: LA SPECIALIZZAZIONE

----------------------------

Netflix

La serie di Cuphead!

Dopo il caso Arcane, un’altra attesa operazione transmediale di Netflix, che adatta in una serie d’animazione l’universo del videogame Cuphead, vero e proprio caso del 2020. Cuphead e Mughead sono due fratelli che vivono nella tranquilla isola di Inkville. Sempre in cerca di guai, un giorno i due vanno al casinò e iniziano a giocare una pericolosa partita con il Diavolo in persona. Saranno obbligati a diventare cacciatori di anime fuggiasche per ripagare il loro debito. Al di là della storyline, a risaltare in Cuphead è soprattutto l’immaginario visivo, un grande tributo al mondo dei cartoni animati anni ’30 alla Tex Avery. Dal 18 Febbraio.

Inventing Anna

Forse la serie più contemporanea nata da Shondaland, la Factory di Shonda Rhimes, che in questo progetto racconta la storia vera di Anna Delvey, che è riuscita, spostandosi costantemente tra realtà e spazio digitale, a fingersi una ricca ereditiera tedesca e arrivò ad infiltrarsi nel jet set internazionale. Con Julia Garner. Dall’11 Febbraio.

 

Non Aprite Quella Porta

Anche Netflix tenta di seguire la recente ondata di riletture, ripensamenti, riattraversamenti di alcuni dei maggiori franchise horror degli anni ’70 e ’80. In questo caso, questo nuovo capitolo del Texas Chainsaw Massacre di Tobe Hooper si propone, come l’Halloween di David Gordon Green, di essere l’effettivo secondo capitolo ufficiale della saga, riattivando la storia all’insegna di nuovi percorsi. Stavolta, a gestire la narrazione ci sono Fede Alvarez e Rodo Sayagues per la regia di David Blue Garcia. Dal 22 Febbraio.

 

Jeen-Yuhs

Fuori misura come il suo protagonista, questo documentario sulla figura di Kanye West si propone di indagare, in tre atti, l’identità profonda di uno dei creativi centrali degli ultimi anni. Un approccio esorbitante, attraverso cui provare a far procedere gli exploit artistici e le complessità della psiche di West. Dal 16 Febbraio.

 

Prime Video

Reacher

Dopo Jack Ryan, Prime Video sviluppa un nuovo adattamento tratto da un fortunato ciclo di thriller scritto da Lee Child. Jack Reacher è un ex ufficiale della polizia militare che dopo aver rassegnato le dimissioni inizia un viaggio in solitaria attraverso tutta l’America, senza documenti, in autostop e affidandosi solo all’aiuto delle persone che incontra.

Di tappa in tappa, verrà coinvolto, suo malgrado, in indagini che sveleranno il lato oscuro dell’America di provincia. In questa prima stagione, tratta da Zona Pericolosa, primo romanzo del ciclo, Reacher verrà ingiustamente accusato di omicidio e, nel tentativo di trovare il vero assassino, porterà alla luce un cartello di trafficanti di droga internazionali. Si tratta del terzo adattamento della saga di Reacher, già portata sullo schermo dalla coppia Cruise/McQuarrie. Dal 4 febbraio.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

Songbird

Ambizioso e complesso lockdown movie prodotto e sostenuto anche da Michael Bay, Songbird amplifica la dimensione sci fi della pandemia trasformando la realtà del COVID in una distopia che vede dei rider immuni provvedere alle esigenze della gente comune, chiusa in casa e a costante rischio di deportazione qualora si presentassero i sintomi dell’influenza.

Gli obiettivi di questa varia umanità riunita attorno alla crisi convergeranno però nel momento in cui ci sarà la possibilità di recuperare i pass che identificano gli immuni. Tra thriller d’azione e satira sulla gestione Trump della pandemia, un tentativo estremo di fare cinema di genere in tempi di pandemia senza scendere a compromessi. Già disponibile. Qui la nostra recensione.

La fantastica signora Maisel – Stagione 4

Torna con la quarta stagione uno dei prodotti di punta di Prime Video. Scritto da Amy Sherman Palladino, La fantastica signora Maisel racconta la piccola rivoluzione di Midge Maisel, casalinga middle class nella puritana America degli anni ’50 che, un giorno, decide di ribellarsi alle convenzioni per inseguire il suo sogno di stand up comedian. Ora, anni dopo il debutto, Maisel ha finalmente la possibilità di lavorare ad un progetto su cui ha il completo controllo creativo, ma le nuove possibilità apriranno una frattura tra lei e la sua famiglia. Dal 18 febbraio.

The Legend Of Vox Machina

Ambizioso esperimento seriale d’animazione firmato Prime Video. Di base, si tratta di un fantasy dall’impianto profondamente tradizionale, ma farlo risaltare nel panorama di contenuti simili è il suo concept profondo. The Legend Of Vox Machina è infatti basato sull’omonimo podcast Critical Role, che riunisce periodicamente un gruppo di appassionati di Dungeons And Dragons e racconta, puntata dopo puntata, le loro campagne. The Legend Of Vox Machina si ambienta nel mondo della campagna e ha, ovviamente, per protagonisti, gli stessi personaggi del podcast. Già disponibile

 

Apple

Severance

Apple per la prima volta calca il percorso della satira sociale con questa serie distopica che ipotizza un futuro in cui le conseguenze emotive e mentali del lavoro attraverso un sistema che separa i ricordi legati alla vita quotidiana da quelli relativi alla sfera lavorativa. Ma cosa succede quando il sistema impazzisce? Con John Turturro e Christopher Walken. Dal 18 febbraio.

Suspicion

Una serie dalle tesissime atmosfere thriller che ricorda il passo dei progetti BBC. Basata sulla serie israeliana False Flag, al centro di Suspicion ci sono cinque persone comuni che vedono le loro vite rivoluzionate dopo che i servizi segreti inglesi li considerano i principali sospettati del clamoroso rapimento del figlio di una potentissima imprenditrice dei media. Con Uma Thurman. Dal 4 febbraio.

Guida allo streaming febbario 2022

 

Il Cielo è Ovunque

Una Young Adult dal piglio autoriale che ragiona sul ruolo dell’arte come strumento per superare i traumi che scuotono la quotidianità. Lennie Walker ha diciassette anni ed è un prodigio della musica. Improvvisamente però deve fare i conti con la perdita della sorella. Da quel momento, intreccerà un rapporto con Joe, nuovo studente arrivato nella sua scuola ma anche con Toby, il fidanzato della sorella. Per superare il trauma trasformerà il trauma e le emozioni di questi nuovi incontri in una canzone. Dall’11 febbraio.

 

 

Disney+

Pam & Tommy

Forse il progetto seriale di punta di Star del mese. Sviluppata da Robert Siegel, Pam & Tommy è però soprattutto un altro ritratto straniato di certi lati oscuri dell’immaginario americano firmato da Craig Dillespie dopo I, Tonya. In questo caso, il centro del progetto è il famigerato scandalo che coinvolse Pamela Anderson ed il compagno Tommy Lee, che alla metà degli anni ’90 videro il loro sex tape privato finire online alla mercé di tutti gli utenti. Fu uno degli eventi cardine del nostro rapporto con i media e rivelò evidentemente il nostro morboso piacere voyeuristico. Con Lily James e Sebastian Stan. Dal 2 febbraio.

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

The King’s Man: Le Origini

Il terzo capitolo del franchise spionistico diretto da Matthew Vaughn rimescola le carte in tavola e diventa un prequel dell’intera saga. L’approccio iconoclasta di Vaughn rimane sullo sfondo, forse troppo, ed emerge soltanto in alcuni interessanti momenti per un film che in realtà è soprattutto un divertito (sebbene forse un po’  rigido) tributo alla tradizione del war movie all’inglese e ai racconti d’avventura classici. Con Ralph Fiennes, Gemma Arterton e Djimon Hounsou. Dal 23 febbraio. Qui la nostra recensione.

 

The French Dispatch

Probabilmente è il film più teorico e radicale di Wes Anderson, che torna con un altro film fatto di storie a incastro, che è però, soprattutto, un primo tentativo di archiviare e categorizzare le forme essenziali del suo cinema. Dopo la morte dell’editore, la redazione del Liberty Kansas, Evening Sun si riunisce per organizzare un numero celebrativo con alcune delle storie di maggior successo del settimanale, inchieste, indagini, incontri straordinari che diverranno gli episodi del film. Con un cast corale formato, tra gli altri, da Bill Murray, Cate Blanchett, Lea Seydoux e Timothee Chalamet. Dal 16 febbraio. Qui la nostra recensione.

 

La Famiglia Proud – Più forte e coraggiosa

Un prodotto laterale ma forse mai così contemporaneo. Torna, in forma di reboot/sequel, la sitcom animata che racconta la vita quotidiana dell’adolescente Penny e della sua bizzarra famiglia middle class orgogliosamente black. In origine, quando venne distribuita alla metà degli anni ’00, si trattava di uno strano esperimento seriale, a suo modo legata alla tradizione americana dei vari Jefferson e Tutto In Famiglia, con delle curiose divagazioni legate alla Blackness (a partire dalla sigla, cantata dall’allora astro nascente Solange Knowles), ora è tutto più allo scoperto e la serie si conferma un prodotto straordinariamente militante, che riflette con ironia sullo stato di salute della cultura afroamericana nella cultura contemporanea ed è infarcita di guest star. Dal 23 febbraio.

 

Raiplay

No Home Movie

Arriva su Raiplay uno dei film più personali di Chantal Akerman, che in No Home Movie raccoglie alcune conversazioni avute con la madre, di persona e in video, appena pochi mesi prima che la donna morisse. È un tentativo, forte, di fissare i ricordi nella maniera più diretta possibile e di indagare, attraverso il linguaggio del cinema digitale, gli orrori della storia del Novecento fissati nel corpo della donna. Già disponibile. Qui la nostra recensione.

 

Tutti Lo Sanno

Nei giorni del suo ritorno in sala con Un eroe, Raiplay propone questo thriller europeo di Asghar Farhadi con Penelope Cruz e Javier Bardem. L’improvviso rapimento della figlia di Laura, appena tornata in Spagna dall’Argentina, è la scintilla che distrugge un equilibrio apparentemente perfetto e dà il via ad una serie di eventi che porteranno alla luce segreti sepolti della sua famiglia. Già disponibile. Qui la nostra recensione.

 

Jimmy Bobo – Bullet To The Head

Penultimo film di Walter Hill è un action dirompente, tratto dall’omonima graphic novel e retto dalla straordinaria maschera di Sylvester Stallone. Ma la vicenda di Jimmy Bobo, killer costretto ad allearsi con un giovane poliziotto per trovare chi lo vuole morto è soprattutto un viaggio nel buddy movie Hilliano riletto con freschezza e coraggio. Già disponibile. Qui la nostra recensione.

 

guida allo streaming febbraio 2022

 

L’Amica Geniale – Storia di chi fugge e chi resta

Riparte sulla Rai la terza stagione della serie tratta dal ciclo di romanzi di Elena Ferrante e prodotta insieme a HBO. Basata sul terzo volume del ciclo, la serie ritroverà le due protagoniste trentenni e insoddisfatte delle loro vite, i tumulti degli anni ’70, tra lotte di classe e rivoluzioni culturali. Da Domenica 6 su Rai 1, poi, disponibile in streaming.

Sky

Vigil – Indagine a Bordo

Una serie BBC che coniuga thriller, spy story e l’atmosfera tradizionale dei gialli della Stanza Chiusa di Agatha Christie. Liberamente ispirato alla vicenda dell’omicidio sull’HMS Vigilant, la serie ha per protagonista la detective Amy Silva, chiamata a investigare sulla morte di un marinaio sul sottomarino nucleare Vigil. Mentre la donna coordinerà le indagini tra il sottomarino e la terraferma, scoprirà una cospirazione che coinvolge gli stessi servizi segreti inglesi. Dal 7 febbraio su Sky Atlantic, disponibile in streaming su NowTv.

L’indice della paura

Tratto dall’omonimo romanzo di Robert Harris, una serie che pare voler attualizzare il passo da thriller cospirazionista anni ’70.

Josh Hartnett è Max Hoffman, un genio dell’informatica che a soli 42 anni sta per rivoluzionare l’economia attraverso un algoritmo basato sull’intelligenza artificiale, che gestisce i fondi d’investimento ragionando sull’indice di volatilità, uno degli indicatori più delicati da gestire ma capace di garantire fortissimi ritorni economici agli investitori. Ma qualcosa va storto, Hoffman viene aggredito da uno sconosciuto e mentre i mercati crollano catastroficamente l’uomo deve venire a capo della spirale di eventi che ha causato. Dal 18 febbraio, disponibile in streaming su Nowtv.

C’è un soffio di vita soltanto

Un film delicatissimo di Matteo Botrugno e Daniele Coluccini, che proseguono sulla linea realista già tracciata da Il Contagio con questo documentario dedicato a Lucy, che a 96 anni è la più vecchia transessuale d’Italia. Uno studio sul potere del ricordo e delle testimonianze, che a partire dalle parole della donna si muove tra i drammi personali alla ricerca continua della speranza. Già disponibile on demand. Qui la nostra recensione.

La Ragazza di Stillwater

Tom McCarthy firma un solido thriller alla Pollack sedotto dall’esotismo europeo, da Campanella e dall’ultimo Desplechin. Un giallo senza cadavere che pone la detection in secondo piano, a favore di inattesi momenti più intimi, dilatati, che riflettono sul fuoriscena dell’omicidio, sulla colpa, sul retaggio, con il piglio di Dürrenmatt. Un film che è l’apice dell’approccio etico che guida il rapporto con le immagini del regista. Con Matt Damon. Già disponibile on demand. Qui la nostra recensione.

La ragazza di Stillwater

 

Timvision

House Of Gucci

L’altro grande film di Ridley Scott del 2021, dopo The Last Duel e, forse, il più inatteso. La questa ricostruzione dell’omicidio di Maurizio Gucci, ordito dalla moglie Patrizia Reggiani è in fondo solo un pretesto per indagare la decadenza delle ultime Dinastie alla fine del ventesimo secolo. Una giostra eccessiva e kitsch, perfettamente centrata all’interno del discorso su vero e falso che innerva costantemente il cinema di Scott. Dal 1 febbraio. Qui la nostra recensione.

 

Monster Hunter

Paul W.S. Anderson torna negli spazi conosciuti del suo cinema, quelli legati agli adattamenti dei videogiochi. Qui il materiale di partenza lo offre l’omonimo videogame di caccia a mostri leggendari, che Anderson rilegge con ironia ed uno straordinario gusto per la messa in scena. Purtroppo, a volte, è forse troppo trattenuto, quasi distratto dal suo tradizionale desiderio di esaltare la presenza scenica della sua protagonista Milla Jovovich. Disponibile dal 18 febbraio. Qui la nostra recensione.

Mr Robot

Arriva su TimVision una delle serie più originali degli ultimi anni, un tour de force nell’abisso digitale e nelle sue ambiguità a partire dalla vicenda di Eliot, un giovane hacker sociopatico e paranoico che un giorno viene avvicinato dal misterioso Mr Robot, un hacker anarco-insurrezionalista che lo assolda nella sua squadra di ribelli, la FSociety. Dal 1 febbraio. Qui la nostra recensione

In The Earth

Il lockdown movie dello straripante Ben Wheatley, sempre più al confine tra pop e sperimentazione. Girato in piena pandemia in una foresta, con un equipaggiamento limitato ed un cast contenuto, In The Earth è un folk horror inquieto che vede uno scienziato cercare la sua assistente dispersa in una foresta. Dovrà confrontarsi con la creatura mitica che abita quegli spazi. Già disponibile.

 

Chili

No Time To Die

L’ultimo Bond di Daniel Craig è un film volutamente in minore, compassato, in cui l’azione c’è, esplode in momenti straordinari, ma a colpire sono soprattutto le parentesi più intime, ragionate, che riflettono sulla perdita, che provano a raccontare un personaggio da angolazioni inedite, che cercano di sintetizzare il potere simbolico di un franchise lungo sessant’anni. Già disponibile. Qui la nostra recensione.

Il Collezionista di carte

Un’altra storia di redenzione per il cinema di Paul Schrader, stavolta simbolicamente tanto complementare quanto opposta a First Reformed. Al centro di una lucidissima parabola di redenzione, in cui la scrittura di Schrader non ha paura di confrontarsi con le asperità dell’animo umano c’è Willem Tell, ex torturatore dell’esercito americano riciclatosi giocatore di poker professionista dopo il carcere. L’uomo passa le sue giornate in costante viaggio tra i casinò americani ma è cosciente che il momento in cui dovrà confrontarsi con le sue colpe è prossimo. Con Oscar Isaac. Già disponibile. Qui la nostra recensione.

Venom – La Furia di Carnage

Più che un cinecomic capace di rivaleggiare con i prodotti MCU, il sequel del film con Tom Hardy del 2018 è ancora un inconsapevole ma interessante esperimento sui formati ed i linguaggi del cinecomic. La furia di Carnage è un gioco libero tutto inscritto nel corpo di Tom Hardy, un film sboccato, scorretto ma adorabile nel suo essere volutamente e orgogliosamente sbagliato. A colpire è però soprattutto la durata del film, che si propone di chiudere tutti i conti narrativi in appena novanta minuti, praticamente un unicum nel panorama pop contemporaneo. Già disponibile. Qui la nostra recensione.

A Chiara

Il capitolo che chiude la trilogia mediterranea di Jonas Carpignano è un romanzo di formazione sempre a cavallo tra finzione e realtà con protagonista Chiara, che il giorno dopo aver compiuto 18 anni scopre che suo padre è andato via di casa senza un perché. Sarà l’inizio di un’indagine che condurrà la protagonista nei lati oscuri di Gioia Tauro ma che soprattutto le permetterà di scoprire sé stessa e di riappropriarsi della sua libertà. Già disponibile. Qui la nostra recensione.

Infinity

Evento Scream

Per celebrare l’uscita in sala del nuovo capitolo della saga slasher creata da Wes Craven, Infinity a febbraio propone un breve ciclo dedicato ai primi due capitoli del franchise, quelli fondamentali, per certi versi, che settano il passo di tutto il discorso di Craven da un lato sulla dimensione etica dell’horror movie, dall’altro sul gioco metatestuale sul sistema produttivo sotteso a quegli stessi horror. A partire dal 1 febbraio, su Infinity+ sarà possibile vedere il primo episodio, dal 2 febbraio sarà invece disponibile il secondo capitolo.

Gemini Man

Forse non c’era regista migliore di Ang Lee, sempre più teorico dei meccanismi della visione, per riattivare questo curioso progetto in giro fin dai primi anni ’00 e passato di mano anche a Tony Scott e Jerry Bruckheimer. Will Smith è un killer dei servizi segreti che un giorno viene attaccato da un suo clone più giovane, incaricato di ucciderlo e di prendere il suo posto. Purtroppo la spy story è inconsistente ma Gemini Man rimane un affascinante gioco attorno alle potenzialità del cinema digitale, che hanno permesso ad Ang Lee di girare sequenze vertiginose come quelle dell’attentato sul treno e a Will Smith di ricoprire il primo doppio ruolo della sua carriera attraverso il ringiovanimento digitale. Dall’11 febbraio. Qui la nostra recensione.

Darkest Hour – L’Ora più Buia

Il primo biopic di Joe Wright è forse il suo film meno “egoista”, in cui il regista inglese mette per un attimo da parte il suo evidente gusto per la messa in scena e lascia tutto lo spazio a Gary Oldman, straordinario Winston Churchill di cui il racconto riesce a cogliere tutta la complessità e l’ambiguità morale. Rimane un film programmatico, da competizione, ma le idee, i guizzi, la passione per il personaggio non mancano. Dal 18 febbraio. Qui la nostra recensione.

All American

Una serie che ha tutto il sapore dell’epica sportiva d’annata. Spencer James è un giocatore di football al liceo di South L.A. Un giorno viene reclutato per giocare nella squadra del prestigioso liceo di Beverly Hills. Sceglierà di accettare ma dovrà lottare con un contesto sociale che inizialmente lo respinge per la sua provenienza popolare. Già disponibile.

Starzplay

Questione di Tempo

Prima incursione nella sci fi per Richard Curtis, che tuttavia non perde di vista le classiche atmosfere da rom com del suo cinema. Questione di Tempo è, forse, il suo film più teorico, una storia d’amore su un ragazzo che scopre di poter viaggiare nel tempo e la donna della sua vita che è però, anche, una fortissima dichiarazione d’amore al cinema, alla sua capacità di agire proprio sul flusso delle immagini e dell’azione. Già disponibile. Qui la nostra recensione.

guida allo streaming di febbraio 2022

Ramy

Creata ed interpretata da Ramy Yussef, la serie è un affresco ironico di un’America colta nel pieno di una transizione generazionale e culturale e letta attraverso lo sguardo del protagonista, un Americano di origine musulmana costretto a mediare tra le sue due identità. Già disponibile.

Now Apocalypse

Scritta e diretta da Gregg Araki e prodotta (tra gli altri) da Steven Soderbergh, Now Apocalypse è un altro ritratto schizzato dell’adolescenza firmato dall’autore americano, sempre più piantato nella contemporaneità dominata da schermi e corpi fluidi. Stavolta però tutto si sporca di un alone da sci-fi. Perché il protagonista ha delle strane premonizioni: sta arrivando la fine del mondo o la sua identità è in crisi? Già disponibile.

 

MUBI

Cow

Il primo documentario di Andrea Arnold ha al centro la vita quotidiana di una mucca da latte all’interno di un allevamento intensivo. L’animale sarà il centro di una riflessione più articolata sul rapporto tra uomo e natura e sull’importanza della compassione. Dal 12 febbraio. Qui la nostra recensione.

 

Guida allo streaming di febbraio 2022

Petite Maman

Arriva in esclusiva su MUBI il lockdown movie di Celine Sciamma, una fiaba minimale che riflette sul rapporto tra generazioni ma che soprattutto pone l’accento sul potere del cinema di fissare i ricordi, di svelare la natura profonda degli oggetti. Dal 19 febbraio. Qui la nostra recensione.

Omaggio James Gray

Nel mese di Febbraio Mubi omaggerà anche James Gray, uno degli autori più interessanti del cinema americano contemporaneo con due film, entrambi interpretati da Joaquin Phoenix, il gangster movie I Padroni Della Notte (dal 27 febbraio) ed il drama C’era Una volta a New York (dal 28 febbraio).

Playlist

L’esordio della fumettista francese Nine Antico è una storia di affermazione liberissima che prova a far andare d’accordo tanto la tradizione della Nouvelle quanto i nuovi sguardi al femminile di autrici come Greta Gerwig. Sophie ottiene un lavoro presso un editore di fumetti pur non avendone la preparazione. Questo suo inatteso successo rischia però di sfumare nel momento in cui viene lasciata dal fidanzato, padre del bambino che sta aspettando.  Già disponibile.

--------------------------------------------------------------
CORSO ONLINE DI SCENOGRAFIA CINEMATOGRAFICA

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative