La leggenda di Kaspar Hauser

La leggenda di Kaspar Hauser

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

Titolo originale: id.

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
Interpreti: Vincent Gallo, Silvia Calderoni, Elisa Sednaoui, Fabrizio Gifuni, Marco Lampis, Claudia Gerini
Origine: Italia, 2012
Distribuzione: Mediaplex Italia
Durata: 95’
 
 
La leggenda narra di un ragazzo apparso improvvisamente dal nulla. Il corpo arriva galleggiando sulla riva di una spiaggia. È Kaspar Hauser (Silvia Calderoni), il Fanciullo d’Europa, erede al trono, fatto sparire per oscuri motivi di potere quando era ancora piccolo. Ma ora è tornato in questo luogo desolato e senza tempo dove abitano solo la Granduchessa (Claudia Gerini – Amiche da morire, Una famiglia perfetta), il Prete (Fabrizio Gifuni – Romanzo di una strage, C’era una volta la città dei matti), il Pusher (Vincent Gallo – Essential Killing, Promises Written in Water), la Veggente (Elisa Sednaoui – Noi, insieme, adesso – Bus Palladium), lo Sceriffo (ancora Vincent Gallo) e il Drago (Marco Lampis). Kaspar Hauser con il suo arrivo sconvolge gli equilibri di questo mondo lontano, isolato e in una dimensione atemporale. Lo Sceriffo lo accudisce e lo protegge nel suo fortino, ma Kaspar Hauser capisce presto chi sono i suoi amici e chi i suoi nemici. Da una parte lo Sceriffo, la Veggente e il Prete, dall’altra il Pusher, la Granduchessa e il Drago.

Il film è ispirato alla storia vera di Kaspar Hauser, il giovane che, il 26 maggio 1828, comparve apparentemente dal nulla in una piazza di Norimberga, senza dare altre notizie di sé se non il nome e qualche oscuro accenno biografico, da cui si evinceva una crescita avvenuta in totale isolamento. La sua vicenda ha ispirato un’infinità di opere, anche cinematografiche (tra cui L’enigma di Kaspar Hauser di Werner Herzog, 1974). Davide Manuli ha esordito alla regia nel 1998 con Bombay: Arthur Road Prison; nel 2008 ha girato Beket, uscito solo quest’anno nelle sale italiane.
 
 
(S.O.)
 
 
 
 
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"