La morte è un problema dei vivi, di Teemu Nikki

Risto e Arto sono i protagonisti di questa divertentissima black comedy, in cui le situazioni grottesche e assurde che i due vivono sono tenute insieme da un’ottima scrittura.

--------------------------------------------------------------
BANDO BORSE DI STUDIO IN CRITICA, SCENEGGIATURA, FILMMAKING

--------------------------------------------------------------

La morte è un problema dei vivi. Un titolo per certi versi tautologico quello scelto da Teemu Nikki per il suo nuovo lungometraggio, in cui tale espressione risulta essere vera sotto tutti i punti di vista. Lo è da un punto di vista filosofico, pensando a come, di fatto, la paura di morire possa esistere solo finché si è in vita. Così come è vero che è chi resta a dover fare i conti con la sofferenza e il dolore per la scomparsa altrui. La morte è un problema dei vivi però anche in un senso strettamente pragmatico, concreto, legato alla gestione pratica dei momenti successivi alla perdita di un caro, che, neanche a dirlo, non può che essere a capo di chi rimane in vita. Sono queste le premesse della black comedy già presentata in anteprima alla 18ª edizione della Festa del Cinema di Roma nel 2023.

--------------------------------------------------------------
OFFERTA DI LUGLIO SULLO SHOP DI SENTIERI SELVAGGI!

--------------------------------------------------------------

Risto e Arto sono due vicini di casa alle prese con un momento di svolta nella propria vita. Il primo è un ludopatico che ha sperperato tutti gli averi suoi e di sua moglie, che, chiedendogli il divorzio, lo lascia solo con il carro funebre che utilizza per il suo lavoro di becchino. Il secondo invece scopre improvvisamente di essere nato senza il cervello, ad eccezione di una piccolissima porzione, diventando lo zimbello di amici, parenti e della sua stessa compagna. I due, soli e senza niente al mondo, si incontrano e diventano soci in affari.

----------------------------
UNICINEMA QUADRIENNALE:SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

Teemu Nikki (Euthanizer, Il cieco che non voleva vedere Titanic) crea quindi un divertente buddy movie che si muove dalle parti del Martin McDonagh di 7 Psicopatici e In Bruges, in cui una coppia, composta da un uomo poco sveglio e da un cinico che ne approfitta, si ritrovano a fare i conti con realtà molto più grandi di loro. E proprio come nel caso dell’autore britannico, il perno fondamentale del film risiede in una sceneggiatura estremamente precisa. La vicenda è costituita infatti da un’alternanza di situazioni che stanno perfettamente salde tra di loro nonostante siano per lo più grottesche, se non addirittura assurde. E ciò è reso possibile dal contesto creato attraverso i caratteri dei due protagonisti (perfettamente interpretati da Pekka Strang e Jari Virman) e attraverso i dialoghi tra di loro, divertenti per gli appassionati del black humor, ma allo stesso tempo funzionali, permettendo infatti allo spettatore di restare sempre immerso nelle loro vicende, qualsiasi cosa succeda.

Molto interessante è anche la scelta di calare Risto e Arto in un mondo criminale non convenzionale. I due infatti hanno a che fare con gli organizzatori di un gioco che va in onda in streaming sul dark web, in cui i partecipanti affrontano una roulette russa per guadagnare qualche soldo scommettendo sulla propria vita. Sembra una trasmissione che potrebbe piacere al James Woods di Videodrome; rispetto al film di David Cronenberg in questo caso però non siamo con chi sta davanti allo schermo, ma con chi è tanto disperato (e poco furbo) da porsi davanti all’obiettivo.

 

Titolo originale: Peluri – Kuolema on elävien ongelma
Regia: Teemu Nikki
Interpreti: Pekka Strang, Jari Virman, Elina Knihtila, Hannamaija Nikander, Pihla Penttinen, Iivo Tuuri
Distribuzione: I Wonder Pictues
Durata: 98’
Origine: Finlandia, Italia, 2023

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
3.7
Sending
Il voto dei lettori
3.5 (2 voti)
----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative