"La Nuova Zelanda è la Terra di Mezzo". Parte The Hobbit

Peter Jackson. Inizio ufficiale della produzione di THE HOBBIT

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
---------------------------------------------------------------

 

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
----------------------------------------------------------------

La Nuova Zelanda è la Terra di Mezzo”, come recitavano i cartelli e gli striscioni degli appassionati chiamati a manifestare contro la temuta notizia che il film sarebbe stato girato altrove a causa dell'opposizione dei sindacati del settore. Ora lo annunciano ufficialmente la Warner Bros, e Peter Jackson con due foto pubblicate sulla sua pagina Facebook: il 21 marzo a Wellington, Nuova Zelanda, ha preso il via la produzione di The Hobbit, atteso progetto in due film dal mondo di Tolkien, in uscita a dicembre, tra 2012 e 2013. Manifestazione per The Hobbit in Nuova Zelanda

 

 

Con un budget fissato di 500 milioni di dollari neozelandesi (384.300.000 dollari americani) e la creazione stimata di circa 1000 posti di lavoro, Lo Hobbit è un progetto di tale importanza per la Nuova Zelanda che a intervenire per conciliare le parti sarebbe stato addirittura il primo ministro John Key.

 

 

Il cast vede il britannico Martin Freeman nel ruolo di Bilbo Baggins, e la presenza di diversi attori de Il signore degli anelli: Ian McKellen che torna nel ruolo di Gandalf, Cate Blanchett-Galadriel, Andy Serkis-Gollum e Elijah Wood-Frodo. Lo script è frutto di un lavoro a più mani di Fran Walsh, Philippa Boyens, Guillermo del Toro e Peter Jackson.

 

 

THE HOBBIT CAST. Da sinistra: AIDAN TURNER, WILLIAM KIRCHER, STEPHEN HUNTER, JED BROPHY, JAMES NESBITT, MARK HADLOW, JOHN CALLEN, MARTIN FREEMAN, PETER HAMBLETON, GRAHAM MCTAVISH, ROB KAZINSKY, KEN STOTT, RICHARD ARMITAGE, ADAM BROWNNel reparto creativo, il direttore della fotografia Andrew Lesnie, lo scenografo Dan Hennah, il compositore Howard Shore, e in qualità di conceptual designer, i più grandi illustratori di Tolkien, Alan Lee e John Howe.

 

Armi, armature e protesi sono affidate al certosino lavoro di Weta Worskhop; gli effetti saranno come sempre di Weta Digital, sotto la supervisione del premiatissimo Joe Letteri (recentemente premiato con BAFTA e Oscar per Avatar, già con Jackson sia ne Il signore degli Anelli, King Kong e Amabili Resti, che nel nuovo Le avventure di Tintin: Il segreto dell'unicorno).

 

Jackson (che nel corso della difficile gestazione del progetto si è anche operato di ulcera perforata) si è dichiarato estremamente eccitato e felice. Il regista neozelandese è stato tra i primi a scegliere la nuova macchina da presa digitale RED, la EPIC cam, seguito da David Fincher (The Girl with the Dragon Tattoo) Steven Soderbergh (Contagion) Marc Webb (Spider-Man 3D) e Ridley Scott (Prometheus).