La preda perfetta, di Scott Frank


 L’America e il Genere de La preda perfetta di Scott Frank sono luoghi in cui eroi dell’hard boiled, i modelli letterari del protagonista, non possono trovare più spazio. Questa presa di coscienza non poteva che essere interpretata dall’ottimo Liam Neeson, il prototipo del nuovo action hero disincantato. Scelta che indica che non c'è posto per un ritorno al canone, non c’è per nessuno alcuna possibilità di salvezza

---------------------------------------------------------------
Festeggia Halloween con Sentieri Selvaggi! Sconto del 25% su tutti i workshop e i corsi online di novembre e dicembre per iscrizioni entro il 2 novembre


---------------------------------------------------------------
Nella raccolta Gli arancini di Montalbano (pubblicata nel 1999), un brevissimo racconto mette il noto commissario siciliano all'interno di una storia torbida, un caso in cui il poliziotto si ritrova tra donne seviziate e rapitori cannibali. Di fronte a quest’orrore inspiegabile, in una divertente svolta meta-letteraria, il protagonista disgustato telefona nientemeno che al proprio autore e ribellandosi si rifiuta categoricamente di continuare a vivere quell’avventura. Con questa stigmatizzazione narrativa l'ottuagenario scrittore siciliano sembra voler denunciare lo cattiva strada intrapresa dal Giallo classico, ormai convinto che la discesa negli inferi dell’Orrore sia la via migliore per affrontare un nuovo millennio.

Con La preda perfetta, il regista Scott Frank (già sceneggiatore di Minority Report e Out of Sight), forse consapevolmente, non arriva lontano dalle riflessioni di Camilleri. Il film, tratto da Un’altra notte a Brooklyn di Lawrence Block, ha come protagonista Matt Scudder, detective senza licenza con un passato da poliziotto corrotto e alcolista, che deve indagare su una coppia di serial killer che rapiscono, stuprano e fanno a pezzi donne, specie se legate a spacciatori e trafficanti di droga. Scudder, dunque, è costretto a guardare in faccia il Buio pur di fermare questa follia omicida.

-------------------------------------------------------------
TRIESTE SCIENCE+FICTION FESTIVAL


-------------------------------------------------------------
S
cudder non è figlio di Thomas Harris o Michael Connelly, piuttosto, per sua stessa ammissione si considera erede di una tradizione che parte da Raymond Chandler e Dashiell Hammett (quindi sei come Sam Spade? Gli chiede, interessato, il giovane homeless TJ, prima di essere adottato come socio dall’investigatore). Scudder è un uomo abituato a scontrarsi con spacciatori, delinquenti e anche se deve risolvere un caso di rapimento, non concepisce che, nonostante il riscatto pagato, i rapitori riconsegnino la propria vittima a pezzi, dentro sacchetti di plastica.

Sembra quasi che questa New York del 1999 (torna ancora questa data) si appresti, con una paura millenaristica, ad affrontare gli orrori di una nuova era, in un presentimento mortifero ben rappresentato dall’ultima inquadratura dello skyline della Grande Mela, con le due fragili Twin Towers messe quasi da parte, pronte a uscire di scena. E’ un’America e un genere che presto perderanno la propria innocenza e in cui eroi dell’hard boiled, i modelli letterari di Scudder, non possono trovare più spazio. Questa presa di coscienza non poteva che essere interpretata dall’ottimo Liam Neeson, moderno Rutger Hauer. La scelta dell’attore irlandese, il prototipo del nuovo action hero disincantato, indica che non c'è posto per un ritorno al canone, non c’è, per nessuno, alcuna possibilità di salvezza.

Titolo originale: A Walk Among Tombstones
Regia: Scott Frank
Interpreti: Liam Neeson, Boyd Holbrook, Dan Stevens, Whitney Able, Marina Squerciati, Sebastian Roché, Mark Consuelos, Ólafur Darri Ólafsson, David Harbour, Astro, Maurice Compte, Eric Nelsen, Frank De Julio, Purva Bedi, Briana Marin
Origine: Usa, 2014
Durata: 114’
Distribuzione: Eagle Pictures

---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative