La prima neve

di Andrea Segre

--------------------------------------------------------------
INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA POSTPRODUZIONE, CORSO ONLINE DAL 17 GIUGNO

--------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------
CORSO ESTIVO DOCUMENTARIO DAL 24 GIUGNO!

--------------------------------------------------------------


Interpreti: Anita Caprioli, Jean-Christophe Folly, Giuseppe Battiston, Paolo Pierobon, Peter Mitterrutzner
Origine: Italia, 2013
Distribuzione: Parthenos
Durata: 104'

----------------------------
UNICINEMA QUADRIENNALE:SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

Gli abitanti di Pergine, un paesino nelle montagne del Trentino, ai piedi della valle dei Mocheni, attendono la neve. Dani (Jean Christophe Folly) non l'ha mai vista. Originario del Togo, e sbarcato in Italia in fuga dalla guerra in Libia, è ospite di una casa di accoglienza e ha una figlia di un anno, di cui però non riesce a occuparsi, bloccato da un dolore profondo. Quando inizia a lavorare nel laboratorio di Pietro, un vecchio falegname e apicoltore della valle, che vive in un maso di montagna insieme alla nuora Elisa e al nipote Michele (Matteo Marchel), viene subito colpito dalla vivacità del ragazzo. Il padre di Michele è morto da poco, lasciando un grande vuoto nella sua vita, in cui non fa altro che cercare il conflitto con la madre (Anita Caprioli – Manuale d'amore, Immaturi) e il supporto dello zio Fabio (Giuseppe Battiston – Io sono Li, Giorni e nuvole). Prima dell'arrivo della neve, i dolori e i silenzi diventeranno per gli abitanti della comunità un'occasione per imparare a conoscersi ad ascoltarsi e a ritrovare un nuovo rapporto.
 

Dopo il successo del suo lungometraggio Io sono Li, Andrea Segre torna dietro la macchina da presa e porta La prima Neve  alla 70ª Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, presentandolo nella sezione Orizzonti. Il film, a metà tra regia documentaria e finzione, si sofferma sull'intimità dei personaggi senza perdere di vista il rapporto diretto con la realtà e con la natura che li circonda.

(V.B.)

----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative