La ricetta della mamma: Diario Piana all’Asti Film Festival

Sabato 15 dicembre, nella serata di chiusura dell’Asti Film Festival 2018, sarà presentato in anteprima nazionale La ricetta della mamma, cortometraggio diretto da Diario Piana e scritto da Giovanni Eccher, tratto da un racconto di Giorgio Faletti.
Un sentito e divertito omaggio, quello di Piana, al celebre scrittore, attore e comico, scomparso nel 2014, a partire dalla location prescelta, ovvero la sua città natale, all’ibrida atmosfera tra violento thriller e sferzante ironia, fino a una gustosa citazione esplicita, messa in bocca al protagonista, del suo romanzo più famoso Io Uccido.
La ricetta della mamma vede un sicario, Mico (Giulio Berruti), assalire il cinico e faccendiere imprenditore Lanfranco Giussani (Andrea Bosca), col solo scopo di poter occupare la finestra di casa sua, punto ideale per assolvere ad un incarico affidatogli. Tutto procede secondo i piani, fino a quando arriva un pacco mandato dalla mamma di Lanfranco contenente peperoncini sottolio con le acciughe, quelli “belli, forti, che a lui piacciono tanto”, irresistibili (purtroppo per lui) anche per lo stesso sicario.
Diario Piana gestisce con sapiente equilibrio i due livelli della narrazione, dichiarandoli entrambi dal principio, con la sardonica presentazione del sicario al telefono col suo mandante sovrapposta alle fredde (e ben riuscite) atmosfere da film di Michael Mann, rimanendo così coerente fino alla fine, dove la farsa prende inesorabilmente il sopravvento. Duplice è la stessa psicologia del protagonista, diviso tra la disumanità del suo mestiere e i nostalgici ricordi di un’infanzia perduta (avendo perso la madre in tenera età, come lui stesso racconta al suo ostaggio), evidentemente ritrovata negli invitanti peperoncini. Piuttosto azzeccato e in linea con questa chiave, allora, l’uso di Giulio Berruti, volto duro e maledetto di Squadra Antimafia, che qui compie inversamente lo stesso percorso dell’autore omaggiato. Come Giorgio Faletti passò da icona comica ad insospettabile autore di cupi e brutali noir, così l’attore romano si presta al risvolto comico del suo personaggio, reggendo praticamente da solo i due stili dell’opera e restando perfettamente credibile in entrambi, esattamente come l’opera di Piana, esattamente come la memorabile carriera artistica di Faletti. 
La ricetta della mamma sarà proiettato al Teatro Alfieri di Asti alle 20.45.