La rivoluzione con Arancia Meccanica: Alex, di Florian Frerichs: il trailer

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

Sulla carta, il progetto era molto rischioso. Una distopia ambientata in un futuro prossimo, una megalopoli divisa tra i pochi ricchissimi e una massa che vive una povertà insostenibile. Infine una sommossa: una rivoluzione sociale, che parte da un giovane che non ha niente da perdere, scatenata dalla visione parziale di un film proibito dal sistema: A Clockwork Orange di Stanley Kubrick. Ora è online il primo trailer di Alex, e l'attesa è stata decisamente ripagata.

La rivoluzione con Arancia Meccanica: Alex, di Florian Frerichs: il trailerFrederick (Nikolai Kinski, figlio di Klaus e della sua terza moglie – già in Kinski Paganini, poi in Æon Flux, Klimt, Fay Grim e The Countess) e i suoi compagni adottano le divise dei Drughi in seguito al recupero di una parte della leggendaria pellicola. E A-lex, il senza legge che alla fine viene manipolato e riassorbito dal sistema proprio a causa della sua violenza incontrollata, diventa, all'opposto, il simbolo di una lotta a una società in preda al collasso.

Diretto dal tedesco Florian Frerichs (al primo lungometraggio, è già autore di corti, tra cui Zombiedämmerung e il "living graphic novel" Bridgestrailer – che fonde l' uso del green screen ai fondali dipinti a mano) regista di diversi videoclip e produttore dello sci-fi horror Cold Storage, Alex sembra essere allo stesso tempo un tributo, una riflessione sull'influenza che l'audacissimo capolavoro kubrickiano ha esercitato sulla cultura contemporanea, una lettura, in chiave orwelliana, della fame di giustizia che pervade un mondo sempre più segnato dalla disparità sociale e dalla violenza dei poteri forti.

Alex: il trailer dello sci-fi distopico di Florian FrerichsFrederick infatti finisce per incarnarsi letteralmente nell'icona immortale Alex (creata da Anthony Burgess e ripresa da Kubrick nel corpo folle di Malcolm McDowell: un raro caso in cui due opere geniali dialogano meravigliosamente utilizzando linguaggi diversi) sfruttando però la sua fascinazione come arma di lotta nel presente.

La sinossi: In un futuro prossimo, pochi ricchi e potenti, conducono una vita di estrema dissolutezza e decadenza, guidati dallo spietato dittatore Lucius (Werner Daehn Le vite degli altri, Operazione Valchiria). La stragrande maggioranza della popolazione vive in una miseria feroce, abbandonata a se stessa.

Nicolai Kinski in Alex, di Florian Frerichs: il trailerFrederick finisce per mettere in moto un movimento di rivolta da parte dei giovani, fino ad allora disillusi e senza causa, sviluppando una forte opposizione al potere dominante, che risponde con un aumento esponenziale di brutalità.

Frederick diventa Alex, i suoi amici, i nuovi drughi. Ma sono consapevoli delle conseguenze delle loro azioni? 


 

Il cast multietnico comprende Martin Goeres (V per vendetta, Hansel e Gretel Witch Hunters) Agron Krasniqi, Genta Ismajli, Erkan Acar (anche coproduttori). La distribuzione di Alex è prevista per gennaio 2014 in Europa.