La spia più simpatica d’America: Spy!

Arriva nelle sale italiane, mercoledì 15 luglio, Spy, la commedia d’azione diretta da Paul Feig (regista del nuovo episodio dei Ghostbusters in arrivo nel 2016), interpretato da Melissa McCarthy (già diretta da Feig in Le amiche della sposa e Corpi da reato), Jason Statham (Fast & Furious 6 e 7; I mercenari 1,2 e 3), Rose Byrne (Gli stagisti, Insidious 2) e Jude Law (Effetti collaterali, Dom Hemingway, Grand Budapest Hotel) e distribuito dalla Twentieth Century Fox.

Protagonista è Susan Cooper (Melissa McCarthy), a cui inizialmente doveva corrispondere il titolo del film: una donna con poca fiducia in se stessa che ha abbandonato l’insegnamento per entrare nella CIA, dove però le è stata riservata soltanto una posizione da analista, che la porta quindi a lavorare duramente ma soltanto dietro le quinte delle missioni più pericolose condotte dall’Agenzia che nel frattempo è alla ricerca di un ordigno nucleare la cui posizione è conosciuta soltanto da uno scienziato che viene eliminato. Il segreto è tuttavia stato tramandato alla figlia. Quando il partner di Susan (Jude Law) è disperso e un altro agente (Jason Statham) è compromesso, la donna si offre volontaria per infiltrarsi sotto copertura nel mondo di un commerciante di armi di contrabbando per prevenire un disastro globale.

Melissa McCarthy molto amata in patria e simbolo di simpatia grazie al suo fisico grassoccio ha dichiarato in modo divertito che il ruolo di Susan è stato uno dei più difficili a livello fisico, non sono mancati infortuni: “Correre, saltare, cadere: tagli e lividi dappertutto. Alla fine della giornata mi sembrava di essere caduta nella tromba dell’ascensore!”. Nonostante questo l’attrice si è sottoposta a duri allenamenti e coreografie e il risultato dei suoi sforzi è stato molto apprezzato dal regista che in alcune scene ha evitato di utilizzare lo stunt a differenza di quel che era stato previsto. Non a caso, sia il personaggio interpretato da Melissa McCarthy sia quello di Jude Law sono inspirati niente meno che a James Bond!

Sono un grande fan dei film di spionaggio, ho voluto creare un’opera di quel genere. La commedia poi viene dai personaggi: abbiamo voluto che il film avesse un tono di spionaggio, ma che fosse comunque divertente” ha dichiarato il regista.

Il film è stato girato in Ungheria, la cui capitale Budapest è stata travestita anche da Parigi e Roma. Gli interni sono stati girati nel maestoso Four Season Gresham Palace della città, che è stato ristrutturato per il film, e in particolare, per rivitalizzare i suoi mosaici, è stato importato del materiale da Venezia.

Negli Usa ha avuto notevole successo dove nella prima settimana ha incassato 30 milioni di dollari, per un totale che sfiora i 100 milioni.

 

In attesa dell’uscita ormai imminente la Twentieth Century Fox ha diffuso due clip e l’ intervista alla protagonista

 

Cosa ci fai qui?

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

La talpa

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

Intervista Melissa Mccarthy

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"