"La sposa fantasma", di Jeff Lowell

la sposa fantasmaSe è vero che il film di Lowell si muove sul filo sottile della citazione, della parodia e della passione sentimentale senza optare con decisione per un registro stilistico, al tempo stesso però La sposa fantasma affascina per i corpi che mette in scena (Jason Biggs, Paul Rudd, Eva Longoria) che riempiono la scrittura animando un film altrimenti poco incisivo

la sposa fantasma

---------------------------------------------------------------
IL NUOVO SENTIERISELVAGGI21ST #9


---------------------------------------------------------------
Ecco una commedia sentimentale che riscopre amori, corrispondenze magiche ed attrazioni comiche fra questo mondo ed un aldilà geloso ed invidioso dei corpi terrestri. Seguendo le tracce di quel filone inaugurato dal fortunatissimo Ghost e proseguito di recente da un film come P.S. I love you, il regista e sceneggiatore Jeff Lowell (scrittore del plot de Il mio ragazzo è un bastardo) inventa una storia non troppo originale ma intessuta e segnata da gags e piccole invenzioni narrative che divertono e scuotono il “genere” fantasmi innamorati e capricciosi.

Ma se è vero che il film di Lowell si muove sul filo sottile della citazione, della parodia e della passione sentimentale senza optare con decisione per un registro stilistico, La sposa fantasma affascina per i corpi che mette in scena: un Jason Biggs defilato e “di fianco” che ormai costituisce un autentico simbolo incarnato di un certo cinema americano intelligente e sottilmente romantico, Paul Rudd bravo nell’addormentare il suo corpo altrimenti decisamente poco ironico, e quella Eva Longoria che il grande pubblico ha imparato a conoscere attraverso le sequenze di Desperate Housewives. E sono proprio questi corpi a riempire la scrittura di Jeff Lowell animando un film altrimenti poco incisivo, interessante proprio perché animato da schegge, guizzi improvvisi ed attrazioni alchemiche fra questi corpi e le situazioni costruite dalla sceneggiatura. Al di là di un soggetto scontato, Lowell si diverte a lavorare azzerando le distanze fra le figure in carne ed ossa (anche quelle fantasmatiche…) e le parole della sua sceneggiatura, tentando di realizzare aderenze improvvise e fughe inaspettate lungo il filo di un set diviso fra materialità e volatilità dell’umano sentire e percepire il mondo. Ed è proprio questo scarto, a volte comico a volte “tragicamente” passionale, fra corpo e parola, cielo e terra, passioni umane e scherzi divini a rendere La sposa fantasma un film imperfettamente appassionato…

 

---------------------------------------------------------------
SCRIVERE PER LA TV: il workshop sulla sceneggiatura per la serialità


---------------------------------------------------------------

Titolo originale: Over Hear Dead Body

Regia: Jeff Lowell

Interpreti: Eva Longoria, Paul Rudd, Jason Biggs, Lindsay Sloane, Stephen Rot

Distribuzione: Eagle Pictures

Durata: 96’

Origine: Usa, 2007

---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative