La vita possibile, di Ivano De Matteo

Con Margherita Buy e Valeria Golino, il nuovo film del regista romano affronta il tema della violenza domestica nei confronti delle donne. Con un gruppo di personaggi tutti funzionali alla storia

-----------------------------------------------------------
UNICINEMA LAST MINUTE! – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ. APERTE ANCORA LE ISCRIZIONI PER IL 2023!


-----------------------------------------------------------

Come può una donna accettare violenze da parte di un marito o di un fidanzato? Questa domanda non ha risposte, o forse ne ha troppe. Di certo il tema della violenza sulle donne e del femminicidio, un problema oscuro della società contemporanea italiana, non poteva non essere adocchiato da un regista come Ivano De Matteo, che dell’oscuro, del cupo e del marcio ne fa una sorta di cifra stilistica. O almeno fino a Gli equilibristi e I nostri ragazzi, dove il suo realismo “negativo” ha toccato l’apice. Ma si sa, una volta raggiunta la vetta, si riesce a intravedere la luce. La vita possibile è la sua luce.

----------------------------
SENTIERISELVAGGI21ST N.12 – COVER STORY: TOM CRUISE, THE LAST MOVIE STAR

----------------------------

Anna (Margherita Buy) è madre del tredicenne Valerio, interpretato dal convincente Andrea Pittorino. Insieme, i due fuggono via da Roma per rifugiarsi in una sconosciuta e problematica Torino, dove vengono accolti da una bizzarra nonché simpatica amica attrice, Carla (Valeria Golino). I due hanno molti problemi ad ambientarsi, ma una grossa mano, fileid3644472239soprattutto al figlio Valerio, viene data dall’ex calciatore francese Mathieu (Bruno Todeschini) e dalla prostituta dell’est Larissa (Caterina Shulha).

--------------------------------------------------------------
DARIO ARGENTO – L’AMORE E IL TERRORE, A CURA DI GIACOMO CALZONI

--------------------------------------------------------------

Un grosso pregio di De Matteo, forse il maggiore, è quello di aver creato una catena di personaggi tutti funzionali alla storia, tramite i quali tocca alcune tematiche sociali che in qualche modo si collegano al senso di colpa: Mathieu è alla ricerca di una redenzione che lo stato non gli ha concesso con la galera, avendo in passato ucciso un ragazzino in un incidente stradale; Larissa, alle prese con una vita dura, quella della prostituta, inganna le sue colpe per poter sopravvivere in un paese dove ciò che fa è considerato reato; la stessa madre si sente in colpa per aver allontanato suo figlio dal padre e dal “falso-nido” romano.

Il regista e la sua compagna-sceneggiatrice Valentina Ferlan, piuttosto che mostrare una donna in balìa delle violenze, ne mostra una che invece, dopo averne subite tante, reagisce e scappa via. C’è speranza: è possibile ricominciare, ricostruire e ricostruirsi, tramite l’amore e l’amicizia.

Regia: Ivano De Matteo

Interpreti: Valeria Golino, Margherita Buy, Andrea Pittorino, Caterina Shulha, Bruno Todeschini

Distribuzione: Teodora film

Durata: 107′

Origine: Italia 2016

 

--------------------------------------------------------------
LAST MINUTE SCUOLA TRIENNALE 2022-23

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative