LAVORI IN CORSO. George Miller, Scorsese/DiCaprio, Paolo Genovese, Stephen King, Mulan

Il sequel di Mad Max: Fury Road, Killers of the Flower Moon, il remake americano di Perfetti Sconosciuti, la trasposizione cinematografica di Buick 8, Mulan e il live-action “orientale”.

Il tanto atteso sequel di Mad Max: Fury Road sta per prendere vita.
A dichiararlo è George Miller stesso che, nel 2015, aveva dato nuova linfa alla saga ideata nel 1979 con un capitolo dall’inedito impatto visivo, ponendo un tassello fondamentale sia nella propria carriera che nella storia del cinema.
Risolta la disputa economica con la Warner, non vi sono più limiti al lavoro di Miller e al suo estro creativo per il quale ha dato svariati e importanti cenni negli anni, anche in merito agli sviluppi del franchise.
La produzione del sequel partirà appena il regista avrà concluso Three Thousand Years of Longing, pellicola con protagonisti Idris Elba e Tilda Swinton, già definito dall’autore stesso come “l’anti Mad Max”.
Difficile fare supposizioni in merito alla trama dell’agognato sequel, soprattutto visto l’eclettismo audace di un personaggio come Miller che, con i suoi 74 anni, possiede un immaginario davvero degno di pochi.
Più diversi sono i film, più la cosa è interessante. Non ho finito con la storia di Mad Max. Credo che si debba essere multitasking e dopo Three Thousand Years of Longing sicuramente ci sarà un altro Mad Max. Stiamo preparando anche quello. La questione del fare più cose insieme è interessante. Ne parlo con altri registi e credo che quello che mi succede è che quando sto lavorando su una cosa, e sono così distratto e concentrato su di essa, concentrarsi per un po’ sull’altra è come una vacanza creativa. Ti aiuta a raggiungere quell’obiettività, a riconsiderarla ogni volta”.

--------------------------------------------------------------------
Torna il BLACK FRIDAY di SENTIERI SELVAGGI


-----------------------------------------------------

—————————————————————————————————————–

---------------------------------------------------------------------
RIFF AWARDS 2020

---------------------------------------------------------------------

In giorni colmi di dibattiti in merito a The Irishman, arriva la notizia secondo cui Killers of the Flower Moon, altro progetto di Martin Scorsese in cantiere da tempo, approderà sul set nel marzo 2020.
A confermarlo è Rodrigo Prieto, direttore della fotografia pronto a collaborare nuovamente con il regista: “Sto studiando vari modi in cui potrei girarlo. Io e Scorsese dobbiamo ancora incontrarci. Gli mostrerò immagini e gli proporrò alcune idee. Probabilmente avrà anche lui delle idee, ma non abbiamo ancora stabilito l’atmosfera da dare al film. Quindi, ci stiamo lavorando”.
Scritto da Eric Roth (Forrest Gump), il film è tratto dal romanzo omonimo di David Grann: ambientato negli anni ’20, segue la vera storia degli omicidi ai danni dei membri della tribù Osage nell’Oklahoma. Dopo la scoperta del petrolio, gli abitanti furono improvvisamente uccisi, uno ad uno. Per questo l’FBI decise di formare un gruppo di indagine, dalla quale uscì fuori un piano di cospirazione sanguinario, tra i più cruenti nella storia dei crimini americani.
Interprete principale Leonardo DiCaprio, alla sesta collaborazione con Scorsese.
Attualmente Robert De Niro sarebbe ancora in trattativa per vestire i panni del serial killer William Hale.

—————————————————————————————————————–

Con l’annuncio dell’imminente remake americano, Perfetti sconosciuti, film di Paolo Genovese del 2016, stabilisce ufficialmente un record mondiale con ben venti riadattamenti.
La pellicola, nel corso di questi tre anni, è stata oggetto di svariate trasposizioni in ogni dove, registrando un interesse tra i più alti in assoluto.
Commedia agrodolce su amore, amicizia e tradimenti, Perfect Strangers (titolo provvisorio, utilizzato anche per la distribuzione dell’originale negli USA) sarà prodotto dalla Spyglass Media Group, Lantern Entertainment, Eagle Pictures, 3Marys Entertainment, Cineworld e Warner Bros.
Scritto ed interpretato da Issa Rae, nota attrice, scrittrice, regista, produttrice e creatrice di serie web americana, le riprese inizieranno nei primi mesi del 2020.

—————————————————————————————————————–

L’attore Thomas Jane tornerà presto nel mondo di Stephen King (The Mist, 1922) con l’adattamento cinematografico del romanzo Buick 8.
Questa volta Jane vestirà i panni di produttore con la sua Renegade Entertainment e, chissà, forse potrebbe anche farsi nuovamente interprete.
Pubblicato nel 2002, King affronta per la seconda volta il tema dei “motori indemoniati” dopo il romanzo cult Christine – La macchina infernale: la storia segue le sinistre vicende legate ad una Buick Roadmaster del 1954 e le strane creature che da essa scaturiscono. L’auto potrebbe essere colpevole della misteriosa sparizione di due persone e per Ned, il protagonista, responsabile anche della morte di suo padre.
Al momento il titolo del progetto è From a Buick 8.

—————————————————————————————————————–

I fan delle classiche tematiche Disney non hanno mancato di esprimere le proprie perplessità già in visione del primo full trailer italiano di Mulan, live-action dai toni decisamente controversi e, altresì, interessanti.
Questa versione diretta da Niki Caro si pone come una trasposizione in veste di remake, volgendo lo sguardo più all’espressione orientale, e originale, della storia in oggetto.
Un aspetto che va a penalizzare quelle che erano le aspettative occidentali, soprattutto dopo il successo dell’ultimo Il Re Leone, ma che, al tempo stesso, si lega ad una concreta analisi sulle origini della leggenda di Mulan e un approccio diverso dallo stereotipo disneyano.
L’uscita, fissata per il 26 marzo 2020, vede protagonisti Liu Yifei e Donnie Yen.

> CLICCA QUI PER IL TRAILER <

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #7