LAVORI IN CORSO. Guadagnino, Barry Jenkins, Elle Fanning, Mikkelsen, Black Metal

Apriamo il nuovo anno con il regista che più sta facendo discutere nella sua personale rivisitazione di Suspiria che, da poco in sala, si ispira al celebre cult horror firmato nel 1977 da Dario Argento.


Luca Guadagnino è infatti a lavoro sul suo prossimo progetto dal titolo Blood on the Tracks, omonimo adattamento dell’album di Bob Dylan.
Un racconto immaginario, sviluppato negli anni ’70, che prenderà il suo corso con le vicende dei personaggi. Tra questi tornerà il volto di Chloë Grace Moretz, unica conferma che il regista ha da poco rilasciato in un’intervista, tessendone infinite lodi: “amo questa attrice, è una meravigliosa persona e ha una bella famiglia, e infatti sarà nel mio prossimo film, Blood on the Tracks, con un ruolo importante”.
A dare corpo alla sceneggiatura un grande nome, quello di Richard LaGravenese, già firma di pellicole del calibro di I ponti di Madison County.
Non ci resta che attendere per ulteriori news in merito a questo ambizioso progetto che, ricordiamo, avrà la precedenza sul già confermato sequel di Chiamami col tuo nome.
——————————————————————————————————————-
Arriverà nelle nostre sale il prossimo 24 gennaio Se la strada potesse parlare, pellicola che segna il ritorno sulla scena di Barry Jenkins dopo Moonlight che due anni fa vinse l’Oscar come Miglior film nel tragicomico duello con La La Land.
Tratto dal romanzo If Beale Street Could Talk di Jesse Baldwin, la vicenda è ambientata nel 1974 ad Harlem e incentrata su un amore negato, o interrotto: quello fra Tish e Fonny, che devono far fronte all’incarcerazione di Fonny, ingiustamente accusato di violenza sessuale.
Un racconto che commuove e spezza nella sua estenuante tragicità, calcato dai protagonisti Kiki Layne e Stephan James accanto a Regina King e Pedro Pascal.

IL TRAILER:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

——————————————————————————————————————-
Meglio conosciuto per il suo ruolo di Nick Blaine nella serie The Handmaid’s Tale, Max Minghella (figlio del compianto regista Anthony Minghella) approderà nelle nostre sale il prossimo 30 aprile con Teen Spirit nel racconto di Violet, una diciassettenne liceale e cameriera in provincia, che si fa strada con le sue doti musicali in un talent stile X-Factor.
Un debutto alla regia che, con uno script di propria inventiva, ha tutte le carte in regola per segnare un successo. Non ultimo il fondamentale contributo di Elle Fanning, protagonista a più riprese: sarà infatti lei stessa ad eseguire i suoi pezzi nel film, con la partecipazione canora di Ellie Goulding, Teagan & Sara, Robyn, Annie Lennox e Carly Rae Jepson.
——————————————————————————————————————-
Rilasciato il trailer ufficiale di Arctic, survival movie di produzione islandese che vede protagonista Mads Mikkelsen.
Il film racconta la strenua lotta per la sopravvivenza di Overgård, precipitato tra i ghiacci eterni, che oltre a dover pensare a se stesso si trova a prendersi cura di una donna gravemente ferita (Maria Thelma Smáradóttir). Nelle più terribili condizioni atmosferiche deve affrontare la ferocia di un orso polare e tirar fuori risorse fisiche da vero supereroe.
Diretto dal brasiliano Joe Penna (MysteryGuitarMan di You Tube), la pellicola firma anche il suo debutto alla regia.
Presentato fuori concorso all’ultimo festival di Cannes, l’uscita negli States è fissata per il primo febbraio. Ancora incerta una distribuzione italiana.

IL TRAILER:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

——————————————————————————————————————-
Per tutti i cultori del genere la storia del black metal norvegese non è sicuramente un tassello inedito. Nomi come Euronymous, Burzum, Dead e i Mayhem sono colonne portanti di un aspetto musicale che ha creato un vero e proprio culto dagli anni ’80 in poi, con branche di appassionati sempre in espansione.
Tanto più nota è la corrente che ha attraversato i protagonisti di questa frontiera, cupa e violenta.
Tra vandalismo blasfemo e omicidi, la loro fama ha incontrato vari e articolati orizzonti, raccontati in una lucida cronistoria da Michael Moynihan e Didrik Soderlind nel libro Lords of Chaos del 1997.
Quel testo e le sue incredibili vicende sono diventate un film nelle mani dello svedese Jonas Åkerlund, non solo regista di talento ma anche egli stesso volto decisivo di quel mondo che ha conosciuto grazie ai Bathory, gruppo storico del black metal in cui Jonas coprì il ruolo di batterista.
Presentato lo scorso gennaio al Sundance, il film Lords of Chaos sarà rilasciato nelle sale statunitensi a partire dall’8 febbraio per poi essere disponibile on demand. In Italia la distribuzione sarà affidata a Good Films, dalla quale si attende una data ufficiale d’uscita.

IL TRAILER:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"