LAVORI IN CORSO. Jack Black, Sion Sono, Assayas, Gary Oldman, McGregor

Una notizia inaspettata che ha richiamato immediatamente tutte le attenzioni sul grande comico statunitense: in occasione dello Shaky Knees Music Festival, Jack Black ha annunciato l’imminente arrivo del sequel di Tenacious D e il destino del rock.

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
Non so dove potrete vederlo, ma abbiamo deciso che succederà e uscirà” parola di Black, che conferma l’arrivo della nuova pellicola intorno al mese di ottobre negli States.
Il progetto vede protagonisti ancora una volta il comico stesso affiancato dall’amico e socio Kyle Gass, con il quale collaborò al primo film del 2006, la commedia-musical pseudo demenziale che, con il suo omaggio all’heavy metal, è divenuta un vero e proprio cult.
Un successo, diretto da Liam Lynch, registrato con il tempo: infatti l’esordio di Tenacious D nelle sale non presentò l’entusiasmo desiderato, catalogandosi inizialmente come un apparente flop. Solo il campo dell’home-video ha dato linfa al film, riscuotendo un balzo nelle vendite sempre costante.
Questo elemento fa presupporre un mercato digitale per questo sequel tanto atteso, forse un probabile approdo su Netflix? Staremo a vedere!
——————————————————————————————————————-
Il prossimo debutto in lingua inglese del regista giapponese Sion Sono è ormai confermato.
Cineasta, sceneggiatore, attore, poeta e compositore, Sono è ben lontano dal catalogo mainstream cinematografico e per lo più conosciuto solo dagli appassionati della settima arte in un approccio tendente all’underground. Unico film del regista uscito nel nostro Paese è The whispering star, passato quasi in sordina e con un limitato numero di copie.
Questo nuovo progetto che potrebbe segnare un’inedita svolta nella sua carriera prende il titolo di Prisoners of the Ghostland e arruola come protagonista Nicolas Cage.
Una scelta, quella di Cage, che sta dividendo il pubblico degli appassionati ma che sicuramente registra un maggiore livello di interesse inerente al film.
Un action thriller post apocalittico che, scritto da Aaron Hendry e Reza Sixo Safai, si incentra su un famigerato criminale inviato a salvare una ragazza rapita, scomparsa in un oscuro universo soprannaturale. Insieme devono rompere la malvagia maledizione che li lega e fuggire dai misteriosi fantasmi che governano Ghostland.
Un audace mix di culture, quella orientale e occidentale, che nelle mani creative di Sion Sono non può che ben promettere.
——————————————————————————————————————-
In occasione del Festival di Cannes, il francese Olivier Assayas conferma la produzione del suo nuovo film: Wasp Network, dopo il successo di Personal shopper con Kristen Stewart, avrà protagonisti i volti latini di Pedro Pascal (Game of thrones, Narcos) e Edgar Ramirez (Carlos).
Al centro della vicenda la storia vera delle spie cubane infiltrate in una rete terroristica con base in Florida, responsabile di bombe fatte esplodere negli alberghi e sparatorie sulle spiagge cubane. Le spie vennero inviate dal governo cubano per smantellare la cellula e sventare le sue attività.
——————————————————————————————————————-
L’iconico Gary Oldman non conosce pause di sorta: dopo l’Oscar per L’ora più buia, l’attore è impegnato in sempre nuovi progetti. Tra questi il thriller The Bayou, le cui riprese inizieranno a fine giugno e vedranno al suo fianco sul set il giovane Dylan O’Brien, diretti da Gary Fleder.
Scritto da W Peter Iliff, il film tratta del Bayou, la zona paludosa tipica di New Orleans e luogo in cui un immorale, pittoresco e anziano killer della mafia, Tickie Bordeaux (Oldman), nasconde le sue vittime. L’uomo è il mentore del giovane Ceto (O’Brien), che ha perso la sorella minore ed esprime la sua personalità suonando blues con l’armonica. Entrambi lavorano per la spietata boss Emmeline, che ha il suo quartier generale in un club riservato del quartiere francese, assieme al braccio destro di lei, la Madame Stella. La carriera di sicario di Ceto procede senza intoppi fino al giorno in cui decide di risparmiare Billie, una sedicenne scappata di casa, che lo segue chiedendogli di aiutarla. Tra i due nasce una relazione fraterna, che mette Ceto in rotta di collisione coi suoi capi.
——————————————————————————————————————-
Un remake degno di nota per Ewan McGregor diretto da Marc Forster: l’occasione si presta con una rivisitazione in lingua inglese del film francese diretto da Henry Verneuil La vacca e il prigioniero che vedeva protagonista il grande attore comico Fernandel.
Tratto dal romanzo di Jacques Antoine, la pellicola del 1959 registrò un enorme successo. Ora è il turno della coppia McGregor – Forster (già formata in passato sul set con Stay e il prossimo Christopher Robin) dimostrare le proprie intenzioni.
La sceneggiatura del remake The cow and I è di Bill Prady (co-creatore di The Big Bang Theory) e vedrà McGregor nei panni di Charlie Granger, un pilota americano arruolato nella Royal Air Force britannica, che nel corso di una missione viene abbattuto col suo aereo sul suolo tedesco. Con un falso lasciapassare e una vacca, Marguerite, cerca di fuggire in Francia, da cui lo separano oltre 200 kilometri. Strada facendo, la strana coppia se la vedrà coi soldati nazisti, con un toro in amore e altre difficoltà. Tra i due si creerà un rapporto speciale finché Granger dovrà scegliere tra una salvezza sicura che condannerà però l’animale a morte certa e una più rischiosa alternative.