LAVORI IN CORSO. Jim Carrey, Ridley Scott, Nanni Moretti, Capitani, Matteo Rovere

Lo abbiamo amato nel drama Se mi lasci ti cancello, cult del 2004 che lo vedeva protagonista insieme all’attrice Kate Winslet. Ora Jim Carrey e il regista Michel Gondry stanno per firmare insieme un nuovo progetto con una serie comedy prodotta dalla rete americana Showtime.


Dieci episodi per la durata di 30 minuti ciascuno compongono la prima stagione dell’attesissimo Kidding, alle prese con la storia di Jeff (Carrey), un’amata star della tv per bambini la quale ha interpretato il ruolo di Mr. Pickles in un brand multimilionario. Quando la sua famiglia – che include sua moglie, i loro due figli, sua sorella e il padre – comincia a implodere, Jeff non riesce a trovare una fiaba, una favola o un pupazzo capace di guidarlo attraverso questa crisi, che peggiora più velocemente della sua capacità di fronteggiarla. Il risultato è il ritratto di un uomo gentile che, in un mondo crudele, affronta la lenta perdita della sanità mentale in modo tanto esilarante quanto straziante.
Un racconto agrodolce che ha tutti i connotati per divenire una punta di diamante del mondo seriale.
Nessuno si cala in un personaggio come fa Jim Carrey, e questo ruolo porterà il pubblico del piccolo schermo a chiedersi come si possa aver fatto a meno di lui fino a questo momento” dichiara David Nevins, presidente di Showtime, rete il quale Carrey è produttore della serie I’m Dying Up Here, recentemente rinnovata per una seconda stagione e scritta da Dave Holstein che firma come sceneggiatore anche Kidding.
——————————————————————————————————————-
E’ online il primo trailer italiano del nuovo film targato Ridley Scott, Tutti i soldi del mondo. Girato in Italia, Scott ci racconta il rapimento di John Paul Getty III, fatto di cronaca realmente accaduto a Roma nel 1973 a danno della famiglia del ricco magnate del petrolio, inedita sul grande schermo e che mostra quanto l’avidità possa essere più forte dell’affetto famigliare.
A dar vita a questa storia ricorreranno i volti di un irriconoscibile Kevin Spacey, Michelle Williams e Mark Wahlberg.
L’uscita negli States è prevista per l’8 dicembre, mentre in Italia verrà distribuito da Lucky Red il 21 dicembre.

TRAILER:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

——————————————————————————————————————-
Dopo aver dedicato i suoi sforzi ad un lavoro più intimo e privato con la pellicola Mia madre nel 2015, il regista Nanni Moretti torna ad un tema fondamentale nel suo cinema che lo trova impegnato sul set di un documentario: parliamo di un approfondimento politico che stavolta prenderà piede sul ruolo dell’ambasciata italiana in Cile negli anni della dittatura di Pinochet.
A dare notizia del contenuto di questo nuovo film non è Moretti ma l’ambasciatore cileno in Italia: Fernando Ayala Gomez nel corso di un convegno sul golpe dell’11 settembre 1973,nannimoretti che si è svolto a Bologna nella sede della regione Emilia Romagna, ha infatti dichiarato che l’argomento riguarda proprio il ruolo dell’ambasciata italiana in Cile negli anni della dittatura di Augusto Pinochet dopo la morte di Salvador Allende.
Un profilo storico per il ritorno del regista ad una nuova produzione, in un rimpatrio tematico la cui creazione sembra confermata proprio da recenti visite del regista nel Paese sotto esame, ospite a Santiago del Cile.
Ovviamente restiamo in attesa per ulteriori aggiornamenti in merito!
——————————————————————————————————————-
Premiato nel 2016 ai David di Donatello per il suo corto Bellissima, il regista Alessandro Capitani è al via con le riprese del suo primo lungometraggio dal titolo In viaggio con Adele.
Interpretato da Alessandro Haber, Sara Serraiocco e con la partecipazione di Isabella Ferrari e Patrice Leconte, la lavorazione prevede 5 settimane di spostamenti tra Puglia, Lazio e Parigi.
A firma della sceneggiatura troviamo la garanzia del grande nome di Nicola Guaglianone, autore di Lo chiamavano Jeeg Robot e Indivisibili, per una produzione Paco Cinematografica a cura di Isabella Cocuzza e Arturo Paglia.

capitani
Adele, una ragazza venticinquenne con la sindrome di Asperger, non ha mai conosciuto suo padre e vive da sempre sotto l’ala protettiva della mamma Margherita. Tutto cambia quando la sua esistenza viene stravolta proprio dalla morte improvvisa di quest’ultima. Abbandonata da tutti i parenti, che non hanno nessuna intenzione di prendersene cura, Adele incontrerà Aldo, un vecchio attore sessantacinquenne, arrivato in Puglia proprio per dare un ultimo saluto a Margherita. Aldo scoprirà di essere il padre di Adele e avrà il compito – oltre di accompagnarla dalla nonna materna – di dirle la verità. Inizia così un viaggio in una Puglia inospitale dove due perfetti sconosciuti, molto diversi fra loro, trasformeranno una relazione improbabile in qualcosa di unico e indimenticabile, assomigliando poco a poco a quello che non hanno mai pensato di poter essere insieme: un padre e una figlia.
——————————————————————————————————————-
Primo ciak anche per Il primo re, ultimo progetto del regista Matteo Rovere dopo Veloce come il vento.
Le riprese, iniziate l’8 settembre, proseguiranno per otto settimane e vedranno Matteo-Rovereprotagonisti Alessandro Borghi e Alessio Lapice per un film scritto dallo stesso Rovere con Filippo Gravino e Francesca Maniera, prodotto da Groenlandia con Rai Cinema.
Due fratelli, soli, nell’uno la forza dell’altro, in un mondo antico e ostile sfideranno il volere implacabile degli Dei.
Dal loro sangue nascerà una città, Roma, il più grande impero che la Storia ricordi.
Un legame fortissimo, destinato a diventare leggenda.