LAVORI IN CORSO. Lady Gaga, Rachel Weisz, Paul Schrader, Michael Keaton, Bee Gees

A seguito del successo mondiale registrato con A Star is Born in molti si chiedevano quando Lady Gaga sarebbe scesa di nuovo in campo. L’occasione che le si presta è tra le più fortunate: la cantante e attrice è stata scelta come protagonista da Ridley Scott per un film incentrato sulla famiglia Gucci.
Al momento impegnato sul set di The Last Duel, Scott si metterà a lavoro su questo nuovo progetto in seconda battuta, portando sul grande schermo la storia dell’omicidio di Guccio Gucci, nipote del fondatore.
Lady Gaga interpreterà Patrizia Reggiani, ex moglie di Maurizio Gucci e condannata per aver pianificato l’omicidio dell’ex marito nel 1995. Dopo aver scontato diciotto anni di carcere la donna è stata rilasciata nel 2016.
Sappiamo che il film sarà basato sul libro “The House of Gucci: A Sensational Story of Murder, Madness, Glamour, and Greed” di Sara Gay Forden, ma al momento non si hanno ulteriori notizie in merito. Restiamo in attesa!

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

——————————————————————————————–

Una celebrazione di come l’amicizia cambi la vita delle persone, e di come Elizabeth aiutò a cambiare il mondo“, questa frase rilasciata dagli addetti ai lavori è una delle prime che contribuiscono alla descrizione dell’atteso biopic A Special Relationship, incentrato sulla meravigliosa Elizabeth Taylor.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------
La diva dagli occhi viola sarà impersonata da Rachel Weisz che, dopo La Favorita, ottiene un altro prestigiosissimo ruolo.
Scritto da Simon Beaufoy (The Millionaire) e diretto dalle registe Bert & Bertie, il film racconterà un importante spaccato di vita della celebre attrice, passando dal cinema all’attivismo contro l’AIDS che la vide scendere in campo con ogni fibra del suo essere. Il tutto attraverso il focus di Roger Wall, figura fondamentale nell’esistenza della Taylor e uomo che la spingerà attraverso il proprio triste vissuto ad intraprendere questa dura battaglia fianco a fianco.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------

——————————————————————————————–

Avranno luogo il prossimo anno le riprese di The Card Counter, grande ritorno del genio di Paul Schrader alla regia e alla sceneggiatura dopo l’ultimo (e ottimo) First Reformed del 2017.
Firma di inestimabili capolavori dello script in coppia con Martin Scorsese, dai cult come Taxi Driver e Toro Scatenato, Schrader ha scelto per questa sua nuova scommessa l’attore Oscar Isaac (Drive, Ex Machina) nei panni del protagonista.
Di seguito la sinossi ufficiale: Al centro della storia troviamo William Tell (Oscar Isaac), giocatore d’azzardo che ha un passato come militare. La sua esistenza fatta di vita spartana e serate dentro i casinò viene stravolta quando il giovane Cirk tenta di coinvolgerlo nel suo piano per vendicarsi di un colonnello. Tell cerca di dissuadere il ragazzo dal suo piano portandolo con sé in giro per i tavoli da gioco d’America. Ma durante il loro viaggio ecco che i fantasmi del passato di William riaffiorano, e rimanere lontano dal desiderio di vendetta è troppo difficile. Anche perché quel colonnello è uno che Tell conosce bene…

——————————————————————————————–

Passiamo ad un copione che Aaron Sorkin tiene in ballo da quasi dieci anni: The Trial of the Chicago 7 è un progetto la cui genesi è stata discussa e frastagliata. Tirato di palla in palla tra vari registi, lo script di Sorkin è infine passato nelle mani dell’autore stesso che ha deciso di prendere anche le redini della regia.
Attualmente in fase di pre-produzione, il film affronterà le vicende legate ad un noto processo statunitense del 1969 che vide sette persone accusate dal Governo di aver dato man forte per la rivolta ai danni dei democratici in un convegno tenutosi a Chicago nel ’68.
Programmato il rilascio americano per il 2 ottobre 2020, la pellicola vanta un già ineguagliabile cast: Sacha Baron Coen, Eddie Redmayne, Joseph Gordon-Levitt, Seth Rogen, William Hurt, Mark Rylance, Yahya Abdul-Mateen II, Jeremy Strong e Frank Langella.
Ultima new entry è Michael Keaton, al quale è stato affidato il ruolo di Ramsey Clark, avvocato progressista e figura fondamentale per il Movimento dei Diritti Civili che segnò gli anni del racconto di Sorkin.

——————————————————————————————–

Il biopic di impronta musicale non poteva certe restare indietro dopo il successo di produzioni come Bohemian Rhapsody e Rocketman.
A continuare sulla cresta dell’onda è ora un progetto incentrato sulla storica band dei Bee Gees, vero e proprio pilastro della disco dance anni ’70.
I tre fratelli Barry, Robin e Maurice Gibb, malgrado il successo planetario ottenuto a partire dal ’77 con la colonna sonora de La febbre del sabato sera, non hanno conosciuto lo stesso idillio nella vita privata, costellata da notevoli problematiche di vario genere. Ad oggi, infatti, l’unico di loro in vita è Barry.
Un progetto capitanato da Graham King, già produttore di Bohemian Rhapsody.
Nessuna notizia riguardo regia e cast ma il nome di King ci sembra già un’emblematica conferma di perspicacia.