LAVORI IN CORSO. Rovere, Sollima, The man with the magix box, Gianfranco Rosi, Petra Volpe

Il grande successo del pluripremiato Veloce come il vento lo ha confermato tra i nomi di punta del cinema italiano contemporaneo, ora il regista Matteo Rovere è pronto a tornare nelle sale con un quarto lungometraggio dalle dinamiche epiche.

--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!
--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
Un progetto ambizioso dal titolo Il Primo Re, incentrato sulla leggenda della fondazione di Roma con dialoghi in proto-latino che riprenderanno la storia di Romolo e Remo.
Sarà un film fisico, pieno di duelli e battaglie, ispirato a pellicole come Revenant, Braveheart e L’Ultimo dei Mohicani” dichiarava poco tempo fa Alessandro Borghi, protagonista con Alessio Lapice rispettivamente nei ruoli di Remo e Romolo. “Al centro c’è il rapporto tra i due fratelli e la loro diversità rispetto al divino: uno riconosce il dio nelle vestali che portano il sacro fuoco, l’altro no. Ma è anche la storia di due pastori che devono trasformarsi in soldati“.
Scritto da Filippo Gravino, Francesca Manieri e lo stesso Rovere, la pellicola uscirà quest’anno per 01 Distribution.
Completano il cast Fabrizio Rongione, Michael Schermi, Massimiliano Rossi, Ludovico Succio, Tania Garribba, Vincenzo Crea, Vincenzo Pirrotta, Martinus Tocchi.
——————————————————————————————————————-
Si profila un nuovo progetto per Stefano Sollima, questa volta alle prese con la trasposizione cinematografica di un videogioco cult, Call of Duty.
La notizia è trapelata da Variety e sembra data quasi per certa.
Un talento quello di Sollima, soprattutto per quel che concerne l’apparato action, che certamente non è sfuggito agli occhi di Hollywood data la sua ultima opera per il sequel del Sicario di Denis Villeneuve, Soldado. Tanto più che la possibilità di questa nuova sollimaavventura nell’ambito bellico potrebbe rivelarsi una grossa opportunità per l’affermato regista: infatti l’idea dei produttori sarebbe quella di dar vita ad un universo inedito proprio in competizione con Marvel e Dc, e questo importante progetto potrebbe farsi reale nelle mani di una firma nostrana.
——————————————————————————————————————-
Presentato in vari festival internazionali, il film sci-fi The man with the magic box trova un posto d’onore alla XX edizione dei Premi Oscar Polacchi, considerati l’anticamera degli Oscar americani. A fornire questa gloria è il nome del compositore italiano Sandro Di Stefano, grazie al quale la pellicola è candidata nella sezione Migliore colonna sonora.
foto_sandro_d_stefano_ppPer la prima volta nella storia dell’Oscar Polacco un nome italiano riceve questa nomination, accompagnato da volti premiati in passato del calibro di Michael Nyman e Hans Zimmer.
L’evento avrà luogo il prossimo 26 marzo a Varsavia e non ci resta che fare i nostri migliori auguri a Di Stefano!
——————————————————————————————————————-
Orso d’oro a Berlino 2016 per Fuocoammare, il regista Gianfranco Rosi è nuovamente all’opera per il suo sesto lungometraggio dal titolo Notturno. Un documentario che verrà girato interamente in Paesi e zone di guerra del Medio Oriente passando per Siria, Libano e Iran nel racconto al crepuscolo di personaggi e situazioni dei luoghi in esame.
Poche al momento le notizie a riguardo se non che la pellicola trova ancora la coproduzione di Donatella Palermo e vede tra i partners produttivi Les Film d’Ici. Artegianfranco-rosi-fuocoammare-orso-d-oro-berlino-berlinale-2016 France Cinema, Rai Cinema, Istituto Luce, MiBach e Meteore Films, quest’ultima anche nelle vesti di distributore per il film in Francia.
——————————————————————————————————————-
Arriverà presto nelle sale italiane Contro l’ordine divino, film della regista svizzera Petra Volpe che ha riscosso un grande successo al Tribeca Film Festival ottenendo il Premio del pubblico per il miglior film.
Una commedia umana che affronta la dura lotta per l’uguaglianza e la parità dei diritti delle donne svizzere, particolarmente soggette a discriminazioni per le quali hanno ottenuto il diritto al voto, dopo una lunga e ardua disputa, solo nel 1971.
Interpretato da Marie Leuenberger, Max Simonischek, Rachel Brunswick, Sibylle Brunner, Marta Zoffoli, Bettina Stucky, Therese Affolter e Sofa Helin, ecco la sinossi ufficiale del film:
Nora è una giovane donna che agli inizi degli anni 70, nella democratica Svizzera, mentre nel mondo occidentale tutti contestano tutto, è costretta a ingaggiare una battaglia, in cui il privato diventa pubblico, per il riconoscimento del diritto di voto alle donne. All’epoca solo agli uomini era concesso il diritto di riunirsi e votare su argomenti d’interesse generale. Nora e le sue amiche si ribellano, combattono contro i pregiudizi dell’Ordine Divino, e alla fine ottengono anche il riconoscimento dei diritti politici. In cambio dell’astensione dal voto impongono ai propri uomini la peggiore delle astinenze.

IL TRAILER:
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=m51GuweUWFg&w=560&h=315]

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------