LAVORI IN CORSO. The End?, Di Gregorio, Favino, Placido, Romolo+Giuly

Anche l’appuntamento di questa settimana si apre con un nuovo zombie movie: dal set statunitense di Jim Jarmusch passiamo alla terra nostrana, con una produzione tutta italiana dal titolo The End? L’inferno fuori.
Debutto alla regia di Daniele Misischia e presentato al FrightFest di Londra e alla scorsa Festa del cinema di Roma con il titolo In un giorno la fine, il film sarà distribuito dalla 01 Distribution a partire dal prossimo 14 agosto.
Protagonista assoluto è Alessandro Roja nel ruolo di Claudio, uomo d’affari tronfio di ego e cinismo che, rimasto bloccato nell’ascensore dei suoi uffici, si troverà a dover affrontare l’inferno. La città è in preda al delirio scatenato da un virus letale che sta trasformando le persone in creature aberranti e Claudio, intrappolato tra i due piani dell’edificio che lo tiene ostaggio, dovrà fare i conti con l’unica forza necessaria alla resistenza: lo spirito di sopravvivenza.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------
Prodotto dalla Mompracem dei Manetti bros. con Rai Cinema, ecco il primo trailer dell’attesa pellicola:

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=WhhR8F712FM]
——————————————————————————————————————-
Autore di successi come Pranzo di ferragosto, Gianni e le donne ed il recente Buoni a nulla, l’attore e regista Gianni Di Gregorio è tornato sul set da poche settimane per il suo nuovo progetto intitolato Cittadini del mondo.
Le riprese, su sfondo romano, vedono protagonisti Ennio Fantastichini e Giorgio Colangeli insieme al regista stesso.
Prodotto da Bibi Film con Rai Cinema, Lepacte e Angelo Barbagallo, il film è sceneggiato da Di Gregorio con Marco Pettenello.
Sinossi: Per cambiare vita non si è mai troppo vecchi. Questo almeno sperano Attilio, Giorgetto e il Professore, tre romani sulla settantina, variamente disastrati, che un giorno decidono di mollare la vecchia vita di quartiere e andare a vivere all’estero. All’estero dove? È solo la prima di una lunga serie di questioni da risolvere, ma il Professore, in pensione dopo una vita a insegnare il latino, si annoia moltissimo, Giorgetto, ultima scheggia del popolo di Roma, non riesce ad arrivare a fine mese, e Attilio, robivecchi e fricchettone, vorrebbe rivivere le emozioni dei tanti viaggi fatti in gioventù. Sono tutti decisi a cambiare vita e ci riusciranno, anche se forse non nel modo che si aspettavano.
——————————————————————————————————————-
Due progetti attendono Pierfrancesco Favino: se il primo a firma di Giovanni Veronesi dal titolo Moschettieri del Re è già in elaborazione di riprese, il secondo partirà a breve sotto la regia di Marco Bellocchio, nel racconto sul pentito di mafia Tommaso Buscetta, Il traditore.
In Moschettieri del re troveremo Favino nel ruolo di D’Artagnan, andato in pensione al pari degli altri moschettieri. Almeno fino al momento in cui le loro capacità saranno nuovamente richieste nel dover salvare la Francia. Nel cast anche Valerio Mastandrea, Rocco Papaleo, Sergio Rubini, Margherita Buy, Alessandro Haber e Matilde Gioli.
È una favola d’avventura in cui interpreto un bambinone, un Miles Gloriosus, con tratti infantili – spiega Favino – ma pieno di naturale talento. È un uomo che ragiona per bisogni, sfruttando le sue grandi capacità di spadaccino e cavaliere. ‘I tre moschettieri’ fanno parte dell’immaginario di ognuno di noi. Certo ci abbiamo scherzato un po’, ma sempre con grande rispetto“.
Il film è confermato in uscita per il 27 dicembre.
Ancora in fase embrionale il progetto targato Bellocchio, del quale poche e incerte indiscrezioni sono state rilasciate. Ma nel futuro di Favino sembra esserci anche una pellicola con Gianni Amelio, Hammamet, in cui l’attore dovrebbe interpretare Bettino Craxi. Non resta che attendere per ovvi aggiornamenti!
——————————————————————————————————————-
Partiranno ad ottobre le riprese di Nel buio la tua luce, atteso nuovo film di Michele Placido incentrato sulla figura di Caravaggio, in una visione che si preannuncia molto “pasoliniana”.
Sto scrivendo con Salvatore De Mola una storia che racconti Caravaggio e i suoi capolavori, l’arte e il suo contesto. Non una biografia classica” ha dichiarato il regista “L’idea è di raccontare, senza giudicare, la sua arte“.
Prodotto dalla Goldenart di Federica Vincenti con la partecipazione di società francesi, spagnole e tedesche, la pellicola si avvalerà di attori professionisti e non, cercando di soffermarsi su un ambito indipendente e più possibilmente schietto e sincero, infuriato come la stessa vita dell’artista.
——————————————————————————————————————-
Un appuntamento da non perdere quello del prossimo autunno sul canale FOX: arriva Romolo + Giuly, affascinante quanto ironica e spregiudicata rivisitazione della tragedia di William Shakespeare in una salsa del tutto romana(ccia).
Dimenticate la poetica versione di Baz Luhrmann con Leonardo DiCaprio e Claire Danes, qui i protagonisti sono Romolo Montacchi, di Roma Sud e cresciuto a parolacce e amatriciana, e Giuly Copulati, figlia della più potente famiglia di Roma Nord.
Ad interpretare i due celebri amanti troveremo Alessandro D’Ambrosi (tra i creatori della serie) e Beatrice Arnera, seguiti da Massimo Ciavarro nei panni del boss di Roma Nord e Federico Pacifici per il suo antagonista di Roma Sud.
Una battaglia tragicomica a suon di ricche risate che coinvolge nel cast anche Fortunato Cerlino, Michela Andreozzi, Lidia Vitale, Giorgio Mastrota, Niccolo’ Senni, Matteo Nicoletta, Stefano Fregni, Ludovica Martini, Nunzia Schiano e la partecipazione straordinaria di Francesco Pannofino.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------