Le parole dello schermo 2006

SECONDA EDIZIONE DEL festival di letteratura e cinema,


promosso dalL'ASSESSORATO CULTURA del Comune e dalla Cineteca di Bologna

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

 


------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

dal 27 giugno al 30 giugno


serata prefestival lunedì 26 giugno

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------








 

 



 


Torna a Bologna dal 27 al 30 giugno Le parole dello schermo, il festival di letteratura e cinema ideato da Angelo Guglielmi, promosso e organizzato dal Settore Cultura e Rapporti con l'Università del Comune di Bologna e dalla Cineteca di Bologna. Le parole dello schermo 2006, anno secondo, indaga come cronaca, storia, letteratura, fiction e cinema concorrano alla creazione di un racconto della realtà sempre più poliedrico, interdisciplinare e aperto alle 'invasioni di campo'. Due grandi temi percorrono questa seconda edizione: le narrazioni del secolo appena trascorso e l'urgenza espressiva dell'attualità.








 

Il Novecento ritorna in una galleria d'immagini affidata a proiezioni, spettacoli, mostre, presentazioni e omaggi a eventi e personaggi chiave della vita culturale del nostro Paese: tra gli altri, la celebrazione del trentennale del Novecento di Bernardo Bertolucci (venerdì 30 giugno); il Ritratto del Novecento di Edoardo Sanguineti (dal 26 al 29) che tutte le sere sarà chiosato dalla Tragica comica finale di Daniele Ciprì e Franco Maresco (gradito ritorno al festival dei due registi palermitani dopo il fortunato Viva Palermo e Santa Rosalia della passata edizione; Ciprì e Maresco  saranno presenti lunedì 26 e martedì 27 e con Sanguineti, parola di Maresco, 'formeranno uno strano trio', mentre il 28 e il 29 si vedranno solamente i loro materiali filmati).


La galleria del Novecento comprende inoltre gli omaggi all'opera letteraria /cinematografica di Mario Soldati e al rapporto con il cinema di Italo Calvino.


 








 

Serata lussuosa di prefestival, lunedì 26 giugno, che oltre alla prima 'puntata' di  Ritratto del Novecento annovera anche il debutto nazionale del nuovo lavoro della coppia artistica bolognese Michele Mellara e Alessandro Rossi con lo spettacolo itinerante Mosca e Petuski 125 km (dal 26 al 29 giugno).


 








 

L'attualità induce a guardare verso Oriente, alla Turchia, Paese chiave per gli equilibri europei, così vicino e così lontano, grazie alla presenza di una nutrita schiera di registi, letterati, giornalisti e intellettuali che permetterà di approfondire la conoscenza di una produzione culturale multiforme e in decisa evoluzione (ciclo Com'è difficile raccontare il presente: la Turchia, a cura di Marco Ansaldo e Yasemin Taskin; con una simpatica appendice di vignettisti a confronto: Pat Carra, Salith Memecan, Sergio Staino, venerdì 30). Ma la stessa attualità ci conduce a interrogarci ancora sul nostro Paese: giornalisti d'inchiesta della carta stampata e del piccolo schermo che frequentano i territori della letteratura e del cinema, così come autori letterari che si cimentano con la fiction e con la drammaturgia, sono i nuovi protagonisti del difficile racconto di un Paese tra documentario, reportage, teatro civile e letteratura (Com'è difficile raccontare il presente: Il caso Ustica, martedì 27; Un paese normale? giovedì 29 con, tra gli altri, Emiliano Morreale, Marco Bellocchio, Marco Bechis, Giovanni Maria Bellu, Pino Corrias, Milena Gabanelli, Citto Maselli, Lidia Ravera).








 


 

 



 


Invasioni di campo: ciclo di incontri dedicato allo sconfinamento tra letteratura e cinema. Racconteranno la loro attività attenta ai mutamenti dell'industria culturale Cattleya, e/o, Fanucci, ITC Movie, Rizzoli, minimum fax: dibattiti e proiezioni con editori, produttori, giornalisti e scrittori. A condurre, tra gli altri, Pietro Cheli. La grande allusione: enigmistica al cinema: un incontro con Stefano Bartezzaghi che racconta il rapporto tra cinema ed enigma e proiezioni quotidiane.


Gli impossibili : traduzione in immagini di certi "impossibili": Peter Greenaway l'Inferno dantesco, Claude Chabrol Madame Bovary, John Houston la Bibbia (a cura di Gian Mario Anselmi, Niva Lorenzini e Cristina Bragaglia).


Lost in translationLe difficoltà di traduzione e doppiaggio;


La notte della fantascienza- spaghetti con il ritorno al festival di Valerio Evangelisti che propone il cinema di fantascienza italiano degli anni '60 e '70, presentato in una lunga notte a chiusura del festival, per cinefili nottambuli incalliti.


Andata e ritorno:  Umberto Eco racconta il rapporto tra cinema e letteratura in appendice a Morte a Venezia; Carlo Lizzani presenta il suo La vita agra per un omaggio a Luciano Bianciardi e Valerio Evangelisti e Mario Maldesi presentano in Piazza Maggiore Barry Lindon.


La fatica di crescere: tre film emblematici sul disagio infantile e adolescenziale rivolti al mondo degli adulti: Certi bambini, La bestia nel cuore, Il miracolo.


Ritratti, immagini di scrittori:  Anche quest'anno una sala a ingresso libero dedicata a documentari di argomento letterario, con un fittissimo programma di presentazioni. Conclude ogni giornata l'anteprima di un episodio della serie tv L'ispettore Coliandro, ideata da Carlo Lucarelli.


Un omaggio per il centenario della nascita sarà dedicato al regista Billy Wilder (a cura di Leonardo Gandini) e incontri con scrittori, attori e sceneggiatori condotti da Cristina Bragaglia, Franco La Polla e Roy Menarini.








 

 



 


Il festival offre numerose occasioni di incontri ravvicinati con alcuni protagonisti del festival, condotti da Giovanna Zucconi che ogni giorno, alle ore 19 nel cortile di Palazzo d'Accursio, dialogherà con Cristina Comencini (27 giugno), Vincenzo Cerami (28 giugno), Radu Mihaileanu (29 giugno) 'Ala Al-Aswani (30 giugno)








Anteprime nazionali


Terry Gilliam a Bologna

 



 


Le parole dello schermo è anche grande cinema di qualità con alcune anteprime e numerose rarità: nel giorno inaugurale del festival vedremo in anteprima nazionale  Tideland di Terry Gilliam  di cui il festival propone anche  il film inedito in Italia Jabberwocky (mercoledì 28); ancora anteprime con A quattro mani, il documentario diretto da Matteo Raffaelli 'interpretato' da Andrea Camilleri e Carlo Lucarelli (martedì 27) e con i film turchi Padre e figlio di Mehemet Çaðan Irmak,  Due ragazze di Kutlu Ataman e La ferita nel cuore di Yavuz Turgul, tutte produzioni recenti mai viste in Italia.


 








Gli ospiti

 83 fra incontri, dibattiti e presentazioni e altrettante proiezioni costituiscono il ricco programma dell'edizione 2006 animato da scrittori e registi internazionali, critici letterari e cinematografici, editori e produttori: nelle quattro giornate del festival sono previsti circa 150 ospiti  tra cui ventisette registi (fra gli altri Marco Bechis, Marco Bellocchio, Cristina Comencini, Terry Gilliam, Carlo Lizzani, Citto Maselli, Radu Mihaileanu, Ermanno Olmi, Franco Piavoli) e una trentina di scrittori (tra cui  'Ala Al-Aswani, Patrizia Carrano, Ivan Cotroneo, Sandrone Dazieri, Daniele Del Giudice, Umberto Eco, Valerio Evangelisti, Carlo Lucarelli, Perihan Magden, Federico Moccia, Lidia Ravera, Andrea Salerno, Grazia Verasani). Nutrita la rappresentanza di giornalisti, sceneggiatori e produttori (tra cui Marco Ansaldo, Stefano Bartezzaghi, Rosita Bonanno, Beppe Caschetto, Vincenzo Cerami, Pino Corrias, Daniele Di Gennaro, Sergio Fanucci, Milena Gabanelli, Bruno Gambarotta, Alberto Grimaldi, Paolo Mauri, Marco Müller, Stefano Roncoroni, Oskar Rölher, Elisabetta Sgarbi, Giovanna Zucconi).


Ospiti d'onore del Festival Terry Gilliam,  Rutger Hauer e Dominique Sanda.


 









Con Le parole dello schermo si inaugura la programmazione estiva della Cineteca in Piazza Maggiore (che proseguirà con la ventesima edizione de Il Cinema Ritrovato e con Sotto le stelle del cinema, fino al 28 luglio) con proiezioni gratuite, tutte le sere alle ore 22: 


martedì 27, serata promossa da Groupama Assicurazioni, Stefano Bartezzaghi presenta Zazie nel metrò di Louis Malle (versione originale con sottotitoli italiani);


mercoledì 28, lo scrittore Valerio Evangelisti presenta Barry Lindon di Stanley Kubrick. Interverrà anche Mario Maldesi, curatore delle edizioni italiane di molti film di Kubrick;  


giovedì 29,  serata promossa da Mont Blanc, Rutger Hauer e Ermanno Olmi presentano La leggenda del santo bevitore di Ermanno Olmi. Prima della proiezione Olmi riceverà il Premio Mont Blanc de la Culture Arts Patronage Award;


venerdì 30, ore 21,45, Bernardo Bertolucci con Alberto Grimaldi e Dominique Sanda presenta la versione orginale restaurata del suo film Novecento.


In caso di concomitanza con una partita della nazionale italiana ai mondiali di calcio Germania 2006, la proiezione sarà annullata e spostata all'interno del programma di Sotto le stelle del cinema.








 







Sponsor/Partner e iniziative

 


 


 



 


Questa edizione di Le parole dello schermo, che rientra nel cartellone di,  si avvale del finanziamento di:


 Fondazione CaRisBo; Granarolo per gli incontri mattutini nella Sala Stabat Mater; Groupama Assicurazioni per la serata inaugurale del festival in Piazza Maggiore;  Mont Blanc per la 'serata Olmi' in Piazza Maggiore; Ascom e Librerie.coop per il prezioso sostegno


della collaborazione di:


Banca di Bologna per aver aperto il proprio Oratorio di San Giovanni dei Fiorentini in Corte de' Galluzzi agli incontri tematici; Fondazione del Monte per il proprio spazio Oratorio di San Filippo Neri; Biblioteca comunale dell'Archiginnasio per la Sala Stabat Mater; Azienda USL Città di Bologna e il suo Museo della Sanità con lo spazio Oratorio di Santa Maria della Vita, Bologna Art Hotels per l'accoglienza degli ospiti; Coop Adriatica per l'aiuto prezioso e capillare nella diffusione delle informazioni sul festival; Associazione Amici di Babette, Ambasciata Italo-turca, Rai Teche, Rai-RadioTre, Associazione Premio Solinas, la Feltrinelli, Mostra Internazionale del Cinema Libero


e del contributo sostanziale di:


Regione Emilia Romagna; Università di Bologna; Provincia di Bologna fondamentale partner per Mosca e Petuski 125 km.


 








 

Evento speciale del festival, la mostra fotografica Il Novecento di Angelo Novi dalla collezione di Bernardo Bertolucci che sarà inaugurata il 30 giugno alle ore 12,30 nella Sala d'Ercole di Palazzo d'Accursio alla presenza di Bernardo Bertolucci e Dominique Sanda (ingresso gratuito tutti i giorni dalle ore 10 alle 19, fino al 23 luglio). La mostra è  a cura di Angela Tromellini, Margherita Cecchini e Anna Maria Materazzini dell'Archivio Fotografico della Cineteca di Bologna in collaborazione con  il Museo della Civiltà contadina di San Marino di Bentivoglio.








Catalogo e manifesti

 



 


Le parole dello schermo è accompagnato dal catalogo ufficiale curato da Cristiano Governa, è in vendita a 3 Euro.


Anche per questa edizione il manifesto è stato realizzato da Gianluigi Toccafondo.


 


Info: Ufficio Stampa


Patrizia Minghetti tel. 051 2194831


Andrea Ravagnan tel. 051 2194833


Carla Buzza, 333 3921900


www.cinetecadibologna.it


 


 


Modalità di accesso cinema Lumière e Arlecchino


Ingresso singolo intero: Euro 4,00


Ingresso singolo ridotto: Euro 2,00 per i soci CRAL HERA Bologna, Coop Adriatica, dipendenti comunali, studenti universitari


Vendita biglietti dal 27 giugno presso le casse dei cinema Lumière e Arlecchino dall'apertura.


Per assistere a tutte le proiezioni indicate in programma (ad eccezione di Certi bambini e Il Miracolo) sarà necessaria la tessera FICC, acquistabile direttamente alle casse del cinema al costo di Euro 5,50.


 


Ingresso gratuito: Sala Stabat Mater della Biblioteca dell'Archiginnasio, Oratorio di San Giovanni dei Fiorentini, Sala Cervi, Oratorio di San Filippo Neri, Oratorio di Santa Maria della Vita, Cortile di Palazzo d'Accursio, Auditorium DMS, Teatro DMS, Piazza Maggiore (fino ad esaurimento posti)


In caso di pioggia, le proiezioni in programma in Piazza Maggiore avranno luogo al Cinema Arlecchino (via Lame 57) alle ore 22.30. Per informazioni: cell. 333 879 3477(attivo dal 26 giugno)


 


Arena Puccini: Ingresso intero: Euro 5,00; Ingresso ridotto: Euro 3,50; Puccini card: ogni 4 ingressi il quinto è in omaggio.


 


Shopville Gran Reno: Ingresso intero: Euro 5,00; Riduzione Shopville (con coupon distribuito in galleria dalle 19.00): Euro 3,00


 


 


PER INFORMAZIONI


 


· Segreteria del Festival Tel 051 219 48 24


Info Point. Dal 26 al 30 giugno, ore 10-20, Esedra di Sala Borsa (piazza Nettuno 3) Bologna


e-mail leparoledelloschermo@comune.bologna.it


sito web wwwcinetecadibolonga.it/leparoledelloschermo.htm


programmazione cinema:


· Cinema Lumière – Via Azzo Gardino 65 – Bologna – Tel. 051 219 53 11


· Cinema Arlecchino – Via Lame 57 – Bologna Tel. 051 5222 85