Le uscite in sala del weekend

E’ ancora Fantozzi a inaugurare la prima settimana di novembre con Il secondo tragfico Fantozzi (la scheda, la recensione) di Luciano Salce. Nello stesso giorno sono usciti anche Abacuc (la scheda, la recensione) di Luca Ferri che vede protagonista un uomo di quasi 200 Kg che vive all’interno di geometrie rigorose e Salò o le 120 giornate di Sodoma (la scheda, la recensione) uscito in occasione del 40° anniversario della morte di Pier Paolo Pasolini nella versione restaurata dalla Cineteca di Bologna. Dal 3 al 5 è stato in programmazione Firenze e gli Uffizi 3D/4K (la scheda) che al box office ha incassato più di 600.000 euro tanto che verrà replicato il 1° e 2 dicembre.

Il film più atteso della settimana è comunque Spectre 007 (la scheda, la recensione), 24° film su James Bond, il quarto della saga per Daniel Craig e il secondo per il regista Sam Mendes. Dalla 65° Berlinale arrivano due film premiati: 45 anni (la scheda, la recensione) di Andrew Haigh dove un episodio del passato incrina l’equilibrio di una coppia in procinto di festeggiare il loro 45° anniversario di matrimonio. Con questo film Charlotte Rampling e Tom Courtenay sono stati premiati al festival come migliori attori. Corpi (la scheda, la recensione) di Malgorzata Szumoska, che ha vinto l’Orso d’argento per la miglior regia, si sofferma a sua volta sulle esistenze incrociate di un coroner, della figlia anoressca che ancora non si è ripresa dopo la morte della madre e della psicologa che ha in cura la ragazza. Charlie Brown, Snoopy, Lucy, Linus e tutto il resto dell’amatissima banda dei “Peanuts” fanno il loro debutto sul grande schermo con il cartoon Snoopy & Friends. Il film dei Peanuts (la scheda). Esce anche il nuovo film di Barry Levinson Rock the Kasbah (la scheda) nella sua nuova commedia grottrsca che vede protagonista Bill Murray nei panni di un manager musicale caduto in disgrazia che in Afganistan riesce a trovare una giovane cantante di talento che lui stesso aiuterà ad entrare in Afghan Star, una versione locale di X Factor. Davis Guggenheim porta a sua volta suullo schermo la vicenda di Malala Yousafzai, Premio Nobel per la Pace 2014 in Malala (la scheda, la recensione).

alaskaL’unico titolo italiano presente in questo weekend è Alaska (la scheda, la recensione) di Claudio Cupellini con Elio Germano che vede protagonisti due persone che si conoscono a Parigi, si innamorano vanno a vivere a Milano ma non riesxcono mai a stare insieme. La vera storia d’amore di Laurel Hester e Stacie Andree e della battaglia che condussero per ottenere giustizia è al centro di Freeheld. Amore, giustizia, uguaglianza (la scheda, la recensione) di Peter Sollett, basato sull’omonimo cortometraggio, con Julianne Moore ed Ellen Page. Ed è un altro fatto realmente accaduto che caratterizza Il prezzo della gloria (la scheda, la recensione) di Xavier Beauvois con Benoît Poelvoorde e Roschy Zem, dove due amici di vecchia data in difficoltà economiche hanno deciso di rubare la salma di Charlie Chaplin per chiedere un riscatto alla famiglia.

Da vedere Spectre. 007

Da evitare Alaska