Le uscite in sala della settimana: 25/6/2015

La saga di Naruto e il ciclo Yasujiro Ozu hanno inaugurato le uscite di questa settimana da lunedì 22 rispettivamente con Naruto il film: la torre perduta (la scheda) e Viaggio a Tokyo (la scheda, la recensione) del 1953.

Tra le altre 12 uscite ci sono il documentario di Alex Gibney su Scientology, Going Clear: Scientology e la prigione della fede (la scheda, la recensione), il ritorno di Mark Wahlberg con lo scatenato orso Ted in Ted 2 (la scheda, la recensione) di Seth MacFarlane, l’inedita accoppiata Morgan Freeman-Diane Keaton che mettono in vendita il loro appartamento in Ruth & Alex. L’amore cerca casa (la scheda, la recensione) di Richard Loncraine, Arnold Schwarzenegger nel melodramma apocalittico Contagious. Epidemia mortale (la scheda, la recensione) di Henry Hobson e Samuel L. Jackson braccato da terroristi che si deve affidare a un tredicenne finlandese in Big Game. Caccia al Presidente (la scheda, la recensione) di Jalmari Helander.

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

arnold schwarzenegger in contagiousDall’Italia arrivano il documentario Napolislam (la scheda, la recensione) di Ernesto Pagano che segue la vita di dieci convertiti all’Islam che ha vinto il Premio Biografilm Italia Award 2015 per il miglior film, la commedia Crushed Lives. Il sesso dopo i figli (la scheda, la recensione) di Alessandro Colizzi, il thriller Soundtrack. ti spio, ti guardo, ti ascolto (la scheda, la recensione) di Francesca Marra e Noi siamo Francesco (la scheda, la recensione) di Guendalina Zampagni ) sulla ‘prima volta’ di un ragazzo disabile.

Una piccola comunità albanese è protagonista di Bota cafè (la scheda, la recensione) di Iris Elezi e Thomas Logoreci mentre l’intenso legame tra Violette Leduc e Simone de Beauvoir, interpretate rispettivamente da Emmanuelle Devos e Sandrine Kiberlain è al centro di Violette (la scheda, la recensione) di Martin Provost. Dal Festival di Cannes del 2014, dove è stato presentato come fuori concorso, arriva I ponti di Sarajevo (la scheda, la recensione) dove 13 registi europei (Aida Begic, Leonardo Di Costanzo, Jean-Luc Godard, Kamen Kalev, Isild Le Besco, Sergei Loznitsa, Vincenzo Marra, Ursula Meier, Vladimir Perišić, Cristi Puiu, Marc Recha, Angela Schanelec e Teresa Villaverde) raccontano la capitale bosniaca durante le guerre del XX° secolo.

--------------------------------------------------------------------
I NUOVI CORSI ONLINE LIVE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

 

Film da vedere: Napolislam

 

Film da evitare: Contagious. Epidemia mortale