L’emergenza Covid-19 blocca le produzioni Netflix e Disney. Frozen 2 è su Disney+

Proprio mentre Netflix e Disney stanno decidendo di bloccare le produzioni attualmente in corso o in programmazione per le prossime settimane, la compagnia di Topolino ha scelto di anticipare l’uscita di Frozen 2 (2019, Jennifer Lee e Chris Buck) sulla nuova piattaforma streaming Disney+, già disponibile dal 15 marzo per gli Stati Uniti, dal 17 marzo per Australia, Nuova Zelanda, Canada e Paesi Bassi, e probabilmente dal 24 marzo per l’Italia (data di lancio nostrana della piattaforma), con tre mesi di anticipo rispetto alla precedente programmazione. 

Questa decisione, come spiegato dai vertici dell’azienda e riportato dal «The Guardian», è riconducibile alla volontà di intrattenere le persone che stanno affrontando la quarantena da Coronavirus (e tutti coloro costretti a rimanere a casa in via preventiva), regalando loro «divertimento e gioia durante questo periodo impegnativo». Il sequel di Frozen (2013, Jennifer Lee e Chris Buck), accolto in sala con entusiasmo, specialmente dalle famiglie, sembrerebbe proprio il prodotto più adatto a mandare un messaggio di speranza, di coesione e di perseveranza a una popolazione sempre più in crisi. Inoltre, con i bambini a casa per la chiusura delle scuole e le misure straordinarie attuate dal governo (non solo italiano) per la quarantena “volontaria”, non poteva esserci un pubblico più appropriato di quello che attualmente occupa i divani di casa.

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

Tra i progetti slittati a un prossimo futuro, per ragioni di sicurezza, ricordiamo i live action disneyani de La Sirenetta (2020, Rob Marshall) e di Mulan (2020, Niki Caro); inoltre, la Disney ha stabilito la momentanea chiusura di tutti i suoi parchi a tema.

Tra le altre produzioni posticipate proprio a causa dell’epidemia, ci sono The New Mutants (2020, Josh Boone), tredicesimo film dell’universo X-Men; Black Widow di Cate Shortland, primo tassello della Fase 4 dell’MCU; il fantascientifico Jurassic World: Dominion (2021, Colin Trevorrow); l’horror Antlers (2020, Scott Cooper); F9 (2021, Justin Lin), nono capitolo della saga Fast & FuriousNo time to die (2020, Cary Fukunaga), venticinquesima pellicola dedicata all’agente James Bond; A Quiet Place 2 (2020, John Krasinski), sequel dell’horror omonimo del 2018, con Emily Blunt e Cillian Murphy.

--------------------------------------------------------------------
LE BORSE DI STUDIO PER CRITICA, SCENEGGIATURA, FILMMAKING DELLA SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

Netflix ha rimandato a data da destinarsi le serie Clickbait – creata da Tony Aires e Christian White, co-diretta da Brad Anderson ed Emma Freeman – e il dramedy Sex/Life; la quarta stagione di Stranger Things, ideata da Matt e Ross Duffer; la settimana e ultima stagione della commedia Grace and Frankie, creata da Marta Kauffman e Howard J. Morris, con protagoniste Jane Fonda e Lily Tomlin; infine, la commedia musicale The Prom (2020), diretta da Ryan Murphy e interpretata da Meryl Streep, Nicole Kidman e James Corden.

Tra le innumerevoli produzioni e uscite nel mondo dell’intrattenimento rimandate per quest’emergenza, sono sospese anche le riprese del biopic su Elvis Presley, diretto da Baz Luhrmann, nel cui cast figura Tom Hanks – contagiato dal COVID-19 e attualmente in convalescenza  – e quelle di The Batman (2021) di Matt Reeves, entrambi distribuiti dalla Warner Bros.