"Les chansons d'amour" di Christophe Honoré censurato in Russia

les chansons d'amour di christophe honoréLes Chansons d'amour del regista francese Christophe Honoré (in Concorso al 60° festival di Cannes, vincitore del premio per la miglior regia al Festival du Film de Cabourg, il Premio César per la miglior musica e del premio speciale della giuria al Torino International  Gay e Lesbian Film Festival) è finito sotto il vaglio della nuova legge federale russa, che punisce la "propaganda di rapporti sessuali non tradizionali" per la love story gay che si sviluppa nel film tra Ismael (Louis Garrel, attore feticcio di Honoré) e il giovane bretone Erwann (Grégoire Leprince-Ringuet).

 

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
----------------------------------------------------------------

Il  Ropskomnadzor, l'Authority di controllo delle informazioni e dei media in Russia, non ha apprezzato il film trasmesso ed ha avvertito il canale televisivo Evrokino, artefice della messa in onda. il film non potrà essere diffuso in Russia.

 

Il cineasta (sta attualmente lavorando alla messa in scena dell'opera teatrale I Dialoghi delle Carmelitane ed ha appena finito di girare il suo nuovo film, in postproduzione, Métamorphoses, libero adattamento contemporaneo delle Metamorfosi di Ovidio) appare stupito dopo aver ricevuto la notizia dal canale televisivo russo, Evrokino, appunto. Honoré dichiara di essere preoccupato per il clima di omofobia che si sta diffondendo nel Paese. Teme che il ‘regime’ russo persistendo in tali decisioni “possa privare il suo popolo di tutto un mondo di produzione cinematografica". (m.t.s.)