L'Étrange couleur des larmes de ton corps: nuovo omaggio al "giallo" italiano

L'Étrange couleur des larmes de ton corps, di Hélène Cattet e Bruno Forzani

Hanno stupito critica e pubblico con l'esordio del 2009 Amer, apprezzatissimo da Quentin Tarantino, che lo ha inserito tra i suoi 20 film preferiti del 2010: un film di genere quasi muto, dal forte impatto visivo, che miscela suggestioni personali con le passioni dei due giovani registi, innamorati della stagione d'oro del cinema di genere italiano, giallo, horror, poliziottesco ed erotico (tra i loro preferiti citavano Dario Argento, Lucio Fulci, Mario Bava, ma anche Sergio Martino,  Enzo Castellari e Tinto Brass).

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

AMER, esordio del 2009 di di Hélène Cattet e Bruno ForzaniHélène Cattet e Bruno Forzani si sono fatti le ossa con diversi premiatissimi corti e hanno conquistato vari riconoscimenti anche per Amer, soprattutto nei festival dedicati al cinema fantastico, come Gérardmer e Sitges. Nel 2012, hanno scritto e diretto O Is For Orgasm, un episodio nell'antologia horror The ABC’s of Death.

Ora tornano con il secondo lungometraggio: L'Étrange couleur des larmes de ton corps (la nostra cover è la prima immagine ufficiale) un progetto covato per nove anni, che ricorda i lunghi, elaborati titoli dei film degli anni '70 che Cattet e Forzani amano appassionatamente (come Una lucertola con la pelle di donna o Il tuo vizio è una stanza chiusa e solo io ne ho la chiave).

Se Amer – ancora inedito in Italia, passato solo dal Trieste Science+Fiction 2009 – si concentrava sul punto di vista di tre donne – esplorando l'erotismo di tre età della vita, una bambina, una giovane ragazza e una donna matura, stavolta la prospettiva è maschile.

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Girato e ambientato in Belgio, dove la coppia di registi francesi abita, in un paesaggio dichiaratamente influenzato dall'architettura Art Nouveau, il nuovo film racconta la scomparsa di una donna e l'angoscia del marito che indaga sulle strane circostanze della sua sparizione: è morta? lo ha lasciato? Proseguendo la ricerca, l'uomo si immerge in una spirale di violenza…

Hélène Cattet e Bruno ForzaniIl cast è composto da Klaus Tange, Jean-Michel Vovk, Sylvia Camarda, Sam Louwyck, Anna D'Annunzio.

I produttori di L'Étrange couleur des larmes de ton corps sono gli stessi di Amer, Eve Commenge e François Cognard della Anonymes Films, con la Epidemic del belga Koen Mortier (regista di Ex-Drummer) e la società francese Tobina Film. A distribuire il film sarà la Bac Films.

Hélène Cattet compare inoltre tra i registi contattati per The Theatre Bizarre 2: Grand Guignol, nuova collettiva horror di Severin Films.
Seconda parte di un'antologia raccoglie il meglio del cinema horror franco-belga che ha preso piede qualche anno fa: Julien Maury e Alexandre Bustillo (À l'intérieur, Livid) Xavier Gens (Frontière(s)) Pascal Laugier (Martyrs) Caroline du Potet (Dans ton sommeil), accanto a Lucile Hadzihalilovic, Marina de Van, Olivier Abbou, Talal Selhami.