LIBRI DI CINEMA – "Terence Hill & Bud Spencer"

giuseppe colizzi
Francesco Carrà dedica questa bella e appassionante monografia al regista, sceneggiatore e produttore romano Giuseppe Colizzi, autore di alcuni dei migliori spaghetti western della storia del cinema italiano (Dio perdona… io no!, I quattro dell'Ave Maria e La collina degli stivali) e dei cult movies Più forte, ragazzi! e Arrivano Joe e Margherito, nonché famoso per essere stato l’“inventore” della coppia Bud Spencer-Terence Hill. Falsopiano

terence hill & bud spencer, colizzi

--------------------------------------------------------------------
RIFF AWARDS 2020
--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
Terence Hill & Bud Spencer: la vera storia di Giuseppe Colizzi, l’uomo che inventò la coppia

--------------------------------------------------------------------
Torna il BLACK FRIDAY di SENTIERI SELVAGGI


-----------------------------------------------------
Francesco Carrà
Edizioni Falsopiano
Finito di stampare nel mese di aprile 2010
p. 331 – euro 19
 
Innanzitutto, chi è stato Giuseppe Colizzi: nato a Roma nel 1925, e ivi deceduto alla prematura età di 53 anni, ha diretto, sceneggiato e prodotto alcuni dei migliori spaghetti western della storia del cinema italiano, tra cui la celeberrima Trilogia Colizzi composta da Dio perdona… io no! (battesimo del fuoco per la coppia Bud Spencer e Terence Hill, quest’ultimo chiamato a sostituire l’infortunato Peter Martell, al secolo Pietro Martellanza), I quattro dell'Ave Maria (col leoniano Eli Wallach) e La collina degli stivali (nel cui cast figurano anche Woody Strode e Lionel Stander), oltre ai cult movies Più forte, ragazzi! (sempre con la coppia Spencer-Hill) e Arrivano Joe e Margherito, interpretato da Keith Carradine e Tom Skerritt. Poco prima di morire, fondò una delle prime emittenti televisive private italiane, la SPQR (Società Produzioni Quotidiane Radiotelevisive), di cui fu anche direttore artistico, e iniziò a girare Switch, su un gruppo di brillanti giovani che vogliono tirar su una televisione privata e finiscono per mettersi nei pasticci. Il film, completato dal fido montatore Antonio Siciliano, contiene una scena degna di Cronenberg, in cui uno dei protagonisti, ispirato dal San Sebastiano di Mantegna, gioca a freccette su un altro essere umano che, quando viene colpito in testa, rimane indifferente e, quando invece viene centrato nel basso ventre, reagisce allo stimolo: “un’immagine ha valore solo se contiene un’idea”.
Francesco Carrà dedica a Giuseppe Colizzi questa bella e appassionante monografia, introdotta da una prefazione di Raffaele De Berti. Il volume si apre con la biografia del regista e sceneggiatore romano, con alcuni cenni alla sua carriera di scrittore, quindi prosegue passando in rassegna i suoi film da Dio perdona… io no! fino all’incompiuto Switch, ognuno corredato di aneddoti storici, interviste, fotogrammi a colori, note di sceneggiatura, recensioni d’epoca e analisi di sequenze. Nell’ottavo e ultimo capitolo, numerose interviste a Terence Hill, Bud Spencer, Antonio Siciliano, Enzo D’Ambrosio, Mario Monicelli e Maurizio De Angelis degli Oliver Onions. Ricchissimo il comparto filmo-biblio-sitografico.
Unica nota: comprensibile, anche se poco condivisibile, la scelta di monopolizzare la copertina con una foto di Bud Spencer e Terence Hill, i cui nomi sovrastano addirittura quelli dello stesso Colizzi, vero soggetto di questo libro.
 
Indice:
Non solo Leone, di Raffaele De Berti
Introduzione
Capitolo primo – Ma chi era Giuseppe Colizzi?
Capitolo secondo – L’opera prima: Dio perdona… io no!
Capitolo terzo – Sulle orme del leone: I quattro dell'Ave Maria
Capitolo quarto – Un film iconoclasta: La collina degli stivali
Capitolo quinto – Oltre la frontiera: Più forte, ragazzi!
Capitolo sesto – La divisione della coppia: Arrivano Joe e Margherito
Capitolo settimo – Gli ultimi sogni: Switch
Capitolo ottavo – Testimonianze: …a proposito di Giuseppe Colizzi
Alla ricerca del cinema perduto, di Enzo D’Ambrosio
Filmografia
Bibliografia
Siti consultati