L'incredibile storia di Winter il delfino in 3D

Dolphin TaleTitolo originale: Dolphin Tale 3D
Interpreti: Harry Connick Jr., Ashley Judd, Nathan Gamble, Kris Kristofferson, Morgan Freeman, Cozi Zuehlsdorff, Frances Sternhagen, Austin Stowell, Winter
Origine: Usa, 2011

------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
Distribuzione: Warner Bros.
Durata: 113'

 

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

 

 

 

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Mentre nuota tranquilla in branco nel mare della Florida, una femmina di delfino rimane impigliata in una trappola per granchi. Gravemente ferita, viene soccorsa dal dodicenne Sawyer (Nathan Gamble – The Hole in 3D, Io & Marley, Il cavaliere oscuro, The Mist, Babel) e trasportata al Clearwater Marine Hospital. Le cure del dottor Haskett (Harry Connick Jr. – New in Town – Una single in carriera, P.S. I Love You, Bug, Basic, Pallottole d'amore), un brillante biologo marino, non bastano tuttavia a evitare all'animale, intanto battezzato "Winter", l'amputazione della coda, mettendone a repentaglio la sopravvivenza. Ecco allora entrare in scena il dottor McCarthy (Morgan Freeman – Conan the Barbarian, Invictus, Million Dollar Baby, Seven, Gli spietati, A spasso con Daisy, Brubaker), specializzato in protesi per mutilati di guerra.
 

Il delfino Winter interpreta se stesso, la vicenda realmente accadutagli nel 2005 nella laguna Mosquito, al largo della costa della Florida, e riportata con un certo risalto soprattutto per le sue ricadute medico-scientifiche. Da allora la protesi progettata in realtà da Kevin Carrol, vice presidente del Prosthetics for Hanger Orthopedic Group e ideatore di protesi per diversi animali (cani, struzzi, anatre), è nota come "Winter's gel": una coda lunga trenta centimentri, collegata alla spina dorsale dell'animale, composta di plastica e silicone e rivestita di una particolare guaina gelatinosa.

La Alcon Entertainment ha fiutato le potenzialità di una storia con tutti i presupposti del successo per famiglie e ne ha affidato la trasposizione sul grande schermo a Karen Janszen, già in passato al lavoro su film per ragazzi (Il mio sogno più grande, Duma, Free Willy 2), e a Noam Dromi. Dietro la macchina da presa Charles Martin Smith, regista di Airbud – campione a quattro zampe, Fifty/Fifty, Morte a 33 giri ma, soprattutto, volto noto dei due American Graffiti, di Starman e de Gli intoccabili. Le aspettative della Alcon sono state ripagate in pieno, con un incasso di 58 milioni di dollari al botteghino Usa.

Per permettere la partecipazione al film di Winter, gran parte delle riprese sono state effettuate presso il Clearwater Marine Aquarium, dove l'animale vive tuttora. In alcune scene è stato utilizzato a mo' di controfigura un delfino animatronico, progettato, modellato e guidato dalla KNB EFX Group.

 

(A.A.)

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

Un commento