L'intervallo tra le cose a Urbino

Locandina della Rassegna cinematografica L'intervallo tra le coseGiunge alla terza edizione la Rassegna, L'intervallo tra le cose, il principale evento cinematografico della città di Urbino che propone tre giornate di proiezioni – dal 24 al 26 marzo – intervallate da incontri con autori del cinema italiano.

E' organizzata dall’associazione culturale La Ginestra in collaborazione con l’Università degli studi “Carlo Bo” e il Comune di Urbino

 

Cuore di questa terza edizione è l’omaggio al maestro del documentario Franco Piavoli con una retrospettiva dei suoi lavori più importanti.

 

Si inizia lunedì 24 marzo, alle 17, al Cinema Nuova Luce con Al primo soffio di vento (2002), racconto di una famiglia in una giornata di agosto nella campagna lombarda. Alle 21 la prima giornata si conclude con la proiezione di Nostos – Il ritorno (1990), personale rivisitazione del mito di Ulisse, di cui Franco Piavoli ha curato anche fotografia, montaggio e sonoro.


Martedì 25 Franco Piavoli incontra il pubblico alle 17 nella Sala Serpieri, in Piazza della Repubblica, e alle 21, al Cinema Nuova Luce, per la proiezione di Il pianeta azzurro (1982). Presentato in concorso al Festival di Venezia, il documentario segue l’alternarsi delle stagioni in un paesaggio di campagna, dove l’uomo deve confrontarsi con la natura nei momenti essenziali della sua esistenza.

 

Mercoledì 26. Alle 17, al Centro Culturale Golem (via Pozzo Nuovo, 23), Massimiliano Fierro, assegnista di ricerca all’Università degli Studi di Bergamo, parla del libro Tra le immagini. Per una teoria dell’intervallo (Falsopiano Edizioni, 2012), un percorso attraverso la storia del cinema alla scoperta delle opere dove il confronto/scontro tra racconto e supporto entra nello spazio narrativo.

Alle 21, al Cinema Nuova Luce, la regista Alina Marazzi presenta il suo ultimo film Tutto parla di te (2012), interpretato da Charlotte Rampling e Elena Radonicich. L’opera indaga il tema della maternità integrando la finzione con altri linguaggi, dai filmati d’archivio, al documentario all’animazione.

Tutti gli incontri e le proiezioni sono a ingresso gratuito (m.t.s)