“L'inviato dalla Rete” di Alessandro Ticozzi

Edito da SensoInverso Edizioni, per la collana OroArgento, L'inviato della rete di Alessandto Ticozzi è la raccolta di quasi tutti i suoi articoli e interviste pubblicate, nel corso degli ultimi anni, online. Dopo L'Italia di Alberto Sordi (2009), che ripercorreva la storia del nostro paese attraverso i film dell'attore protagonista di alcune delle pellicole più rappresentative, dal dopoguerra in poi, del nostro cinema, e il romanzo Diario di un cinemaniaco di provincia (2010), Ticozzi torna dunque con una nuova pubblicazione che contiene interviste e articoli pubblicati o trasmessi precedentemente per Le Reti di Dedalus, Quarto Potere, News Candiani, Radiophonica, SpettacoliNEWS e Associazione Unis@aund. Nella prefazione, curata da Enrico Vaime, si sottolinea l'eterogeneità del lavoro che spazia tra cinema, televisione e musica. Sono infatti presenti interviste a personaggi molto differenti tra di loro per percorsi artistici e generi affrontati, da Arnoldo Foà a Bud Spencer. É possibile, infatti, scoprire il debutto teatrale, sconosciuto ai più, di Adolfo Celi e Luciano Salce in Sud America, leggere l'intervista a Manuel De Sica incentrata sulla figura del padre Vittorio, o scoprire qualcosa di più su professionisti abili e capaci, ma poco conosciuti, come la produttrice, regista e montatrice Donatella Baglivo. Inoltre Ticozzi si sofferma anche su personalità della musica come Giorgio Gaber e il suo teatro-canzone o sul celebre duetto del '72, tra Mina e Lucio Battisti, nel famoso Teatro 10 della RAI. Una raccolta variegata e interessante per gli amanti della settima arte. (m.s.)