L'Italia al Festival di Toronto

L'Italia parteciperà con ben sette film alla prossima edizione del Toronto International Film Festival, che si terrà dal  5 al 15 settembre. Vero record sono le tre anteprime mondiali di quest'anno, caso veramente unico per la produzione italiana al TIFF.

Ad aprire la world premiere sarà Anni felici di Daniele Lucchetti, che verrà programmato insieme a L'intrepido di Gianni Amelio e a La grande bellezza di Paolo Sorrentino nella sezione Special Presentation.

Altri due esordi tra le anteprime: Il sud è niente, attesa opera prima di Fabio Mollo, che sullo Stretto di Messina ambienta un'intensa storia di sentimenti, e Border di Alessio Cremonini, tratto da una storia vera, che racconta le vite di due sorelle siriane, che per sopravvivere alla guerra tra le forze di polizia e gli Shabiha, fuggono verso la Turchia. 

A completare la selezione italiana Stop the Pounding Heart di Roberto Minervini, già presentato fuori concorso a Cannes e, quasi in contemporanea con la Mostra del Cinema di Venezia, Che strano chiamarsi Federico! di Ettore Scola, presentato nella prestigiosa sezione Masters

Con questo ventaglio di scelte, Piers Handling, presidente del festival, ha dimostrato grande sensibilità e attenzione verso il cinema nostrano. La selezione italiana del TIFF e la partecipazione della delegazione artistica sono curate da Istituto Luce Cinecittà. (d.f.)