Lo stagista inaspettato con De Niro-Hathaway. Un chick flick movie oppure no?

Grosso successo al botteghino per Lo stagista inaspettato di Nancy Meyers con Robert De Niro e Anne Hathaway. Nelle sale americane dal 25 settembre, il film ha incassato finora già 35 milioni di dollari, a fronte di un budget speso di 40.

Jules Ostin (Anne Hathaway) è la proprietaria-fondatrice di una casa di moda, la quale assume come stagista Ben Whittaker (Robert De Niro), un “ragazzo” di settant’anni che dimostrerà di essere indispensabile per lei e per la società. Ovviamente, il richiamo a Il diavolo veste Prada è forte: se prima nel ruolo del capo c’era Meryl Streep e in quello di assistente la Hathaway, adesso, dopo tanta “gavetta”, Anne è riuscita a prendere il posto della Streep e ad essere lei il capo.

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

Insomma, un discreto inizio per quella che da molti è stata definita, in maniera spregiativa, una commedia chick flick, ossia appartenente a quella categoria di film che si rivolgono maggiormente alle donne, incrementando i loro sogni e le loro speranze in un utopico happy ending. La regista e sceneggiatrice Nancy Meyers (What Women Want, L’amore non va in vacanza), al contrario, non intern 3la pensa in questa maniera. “Lo stagista inaspettato e in generale tutti i miei sono film parlano non solo di donne, ma di esseri umani, molto difficili da vedere oggigiorno sullo schermo, con tutti questi supereroi che hanno invaso il cinema” afferma la Meyers, che invece ricorda quei “tempi in cui film con personaggi femminili combattivi, realizzati e ambiziosi non potevano essere realizzati. Quando nel ’79 scrissi Soldato Giulia agli ordini, fu difficilissimo trovare qualcuno che potesse realizzarlo. Anche la protagonista Goldie Hawn fu molto coraggiosa, non ascoltando quelle persone che le dicevano che con quel ruolo avrebbe messo fine alla sua carriera”.

Anche Anne Hathaway non è d’accordo con l’associazione del film ai chick flick movie. “E’ genuino e commovente, dicano quel che vogliono, ma per me questa è una di quelle rare commedie pure che puoi vedere sia con gli amici che con la famiglia“. L’attrice ha poi confessato che per ben due volte aveva provato a prendere parte ai film della Meyers, senza però avere successo. “Quei film non erano adatti a me, ma questo ruolo sì. E’ stato bellissimo lavorare con persone del calibro di Robert e Nancy, e poter interpretare un ruolo così diverso da me”.

--------------------------------------------------------------------
LE BORSE DI STUDIO PER CRITICA, SCENEGGIATURA, FILMMAKING DELLA SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

intern 4La Hathaway, vincitrice dell’Oscar per la Miglior Attrice Non Protagonista con Les Miserables, ha anche definito il suo collega De Niro un vero e proprio “sweetie”, molto affettuoso e divertente. Tanto dolce, però, non lo è stato con la giornalista Emma Brockes. Durante un’intervista al Radio Times, la giornalista gli ha chiesto se durante le riprese l’attore italo-americano avesse azionato il pilota automatico (un modo per dire che non ha dato molta importanza all’interpretazione) e cosa ne sapesse della bancarotta del Distretto di Tribeca di New York, dove ha co-fondato il Film Festival. De Niro è andato su tutte le furie, urlandole di non registrare l’intervista e di non fare domande inappropriate. “Negative inference, negative inference” è quello che rispondeva la star, accusandola di fare illazioni errate. Scosso e stufatosi della situazione, il vincitore del Premio Oscar per Toro Scatenato si è alzato e se n’è andato, abbandonando così l’intervista.

Dopo la buona partenza americana, adesso Lo stagista inaspettato (The Intern in americano) cercherà di superare anche la prova internazionale. In Italia approderà il 15 ottobre e sarà distribuito dalla Warner Bros Italia.

 

Il trailer italiano.

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"