LOCARNO 66 – Educação Sentimental di Júlio Bressane: appello al mito di Endimione

LOCARNO 66 - Educação Sentimental di Júlio Bressane: appello al mito di Endimione

Quasi al via la 66° edizione del Festival di Locarno (7-17 agosto 2013): tra i film selezionati in concorso internazionale, il ritorno del cineasta brasiliano Júlio Bressane. "Educação Sentimental è il mito della luna, attraverso la storia del desiderio di una donna anziana per un ragazzo."

LOCARNO 66 - Educação Sentimental di Júlio Bressane: appello al mito di Endimione

---------------------------------------------------------------
IL NUOVO SENTIERISELVAGGI21ST #9


---------------------------------------------------------------

Quasi al via la 66° edizione del Festival di Locarno (7-17 agosto 2013): tra i film selezionati in concorso internazionale, il ritorno di Júlio Bressane, dopo O Batuque dos Astros, presentato a Roma, e Rua Aperana 52, proiettato a Rotterdam.

In Educação Sentimental il cineasta brasiliano, da sempre impegnato in una rilettura personale delle arti, della storia, della letteratura (A Erva do Rato, Cleópatra) invoca il Mito, con un film che, raccontava al montaggio, si presta particolarmente alla sperimentazione: frutto di quattro anni di preparazione e riflessione. Quando è impossibile parlare delle origini, ecco che il mito ci soccorre: ed è ciò che succede qui, con il mito di Endimione, sedotto dalla Dea e condannato a dormire per sempre, eternamente giovane. Educação Sentimental è il mito della luna, attraverso la storia del desiderio di una donna anziana per un ragazzo.”

---------------------------------------------------------------
BORSE DI STUDIO IN SCENEGGIATURA, CRITICA, FILMMAKING – SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI


---------------------------------------------------------------

Le Sommeil d'Endymion - Anne Louis Girodet Trioson. LouvrePur senza obbedire a una precisa iconografia, il direttore della fotografia Walter Carvalho –  già collaboratore di Hector Babenco e Walter Salles, con Bressane per Filme de Amor e A Erva do Rato – si è ispirato dal celebre quadro di Anne-Louis Girodet-Trioson dipinto a Roma nel 1791, ammirato da Chateaubriand, Balzac e Baudelaire: Le Sommeil d’Endymion (Endymion, effet de lune) che raffigura il bellissimo figlio di Zeus e di una ninfa visitato di notte da Artemide, sotto forma di raggio di luna. Un mito che Jean-Marie Straub e Danièle Huillet hanno riletto in Le genou d’Artémide (2008) che parte da uno dei più emozionanti tra i Dialoghi con Leucò di Pavese: La Belva.

Bressane è spesso in viaggio nel nostro paese (all’inseguimento dei fantasmi di Michelangelo Antonioni in Ver. Viver, Reviver e Passagem a Ferrara) grazie anche alla diffusione dei suoi film su Fuori Orario (dove abbiamo visto tra gli altri Barão Olavo, o Horrível, il suo primo film, Matou a família e foi ao cinema, A Família do Barulho, L’agonia, L’angelo è nato)

Il Festival di Locarno di quest’anno, oltre alla selezione in concorso film in concorso E Agora? Lembra-me di Joaquim Pinto, (tecnico del suono per Manoel de Oliveira, Raúl Ruiz e André Techiné, produttore di A Comédia de Deus di João César Monteiro) omaggia anche un altro grande autore di lingua portoghese: Paulo Rocha, scomparso l’anno scorso, con un tributo che prevede la proiezione di Os verdes anos, Mudar de Vida e del suo ultimo film: Eu Fosse Ladrão Roubava: a presentare i suoi film un ospite d’eccezione, Pedro Costa.

Nella nostra gallery, le prime immagini di Educação Sentimental di Júlio Bressane.

---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative