#Locarno68 Pardo d’onore a Michael Cimino

Il regista de “I cancelli del cielo” e “Il cacciatore” ritirerà il premio il 9 agosto in Piazza Grande. L’omaggio del Festival prevede le proiezioni dei suoi titoli più famosi e una masterclass

In attesa del programma completo, rivelato la prossima settimana nella conferenza stampa del 16 luglio, il Festival di Locarno continua ad annunciare le sue preziose guest star.

Dopo Bulle Ogier, Marco Bellocchio ed Edward Norton, e i primi succulenti nomi del Concorso Hong Sangsoo e Andrzej Zulawski, un altro grande artista sarà in Piazza Grande per la 68a edizione del festival.

Si tratta di Michael Cimino, regista, sceneggiatore e produttore statunitense,  a cui il festival assegnerà il Pardo d’Onore Swisscom e dedicherà un omaggio con le proiezioni di Thunderbolt and Lightfoot, The Deer Hunter, Heaven’s Gate (I cancelli del cielo, 1980) e Year of the Dragon (L’anno del dragone, 1985).

--------------------------------------------------------------------
SCENEGGIATURA: Tutti i corsi in arrivo della Scuola di Cinema Sentieri selvaggi


--------------------------------------------------------------------

Nato a New York, frequenta gli studi classici e si laurea in belle arti. Dopo un’esperienza nell’esercito, intraprende con successo la carriera nell’ambito della pubblicità televisiva. Si trasferisce successivamente a Hollywood dove scrive la sua prima sceneggiature originale e debutta alla regia con Thunderbolt and Lightfoot (Una calibro 20 per lo specialista, 1974), con Clint Eastwood e un giovane Jeff Bridges (che otterrà una nomination agli Oscar). La consacrazione definitiva arriva con The Deer Hunter (Il cacciatore, 1978), vincitore di cinque premi Oscar.

In sette film che, al di là dei successi e delle disavventure produttive, restano ognuno come un’avventura e un’esperienza unica, Cimino ha raccontato come pochi l’America e le sue tante anime, con uno stile unico capace di combinare epica ed emozione, bellezza dei paesaggi e personaggi indimenticabili.

Michael Cimino riceverà il premio in Piazza Grande la sera di domenica 9 agosto. Il giorno successivo il pubblico del Festival avrà la possibilità di assistere a una conversazione con il regista allo Spazio Cinema (Forum).

Carlo Chatrian, Direttore artistico del Festival: “Sono molto onorato di poter accogliere Michael Cimino e sono sicuro che la sua presenza sarà un forte stimolo per i tanti spettatori e giovani registi presenti a Locarno. Duri e maestosi come la pietra delle montagne americane che spesso fanno da coro ai percorsi dei suoi personaggi, i suoi film hanno segnato il mio cammino di spettatore e mi pare importante mostrarli nel quadro di un festival che vuole essere un ponte tra culture, epoche, stili. In questo senso la poetica di Cimino è senza tempo, classica e moderna al contempo.

(F.P.)

---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative