#Locarno73 – Kinuyo Tanaka protagonista della retrospettiva

Sarà dedicata all’attrice e regista giapponese Kinuyo Tanaka (1909-1977) la retrospettiva del 73° Festival di Locarno che si svolgerà dal 5 al 15 agosto. Saranno presentati tutti i suoi film come cineasta e una selezione tra gli oltre 250 film che ha interpretato anche per registi come Yasujiro Ozu, Heinoke Gosho, Mikio Naruse, Kaneto Shindo e Keiseke Kinoshita. Particolarmente proficuo è stato il rapporto con Kenji Mizoguchi con cui ha creato un significativo sodalizio artistico; insieme hanno girato 15 film tra cui alcune pietre miliari del maestro nipponico come La vita di O-Haru. Donna galante (1952), I racconti della luna pallida d’agosto (1953), Gli amanti crocifissi (1954) e l’ultimo film del regista, La strada della vergogna (1956).

Roberto Turigliatto, curatore della Retrospettiva del Locarno Film Festival, ha così aggiunto: “Ricollegandosi alle Retrospettive consacrate al Giappone e ad Akira Kurosawa (1957), Yasujiro Ozu (1979), Mikio Naruse (1983), Keisuke Kinoshita (1986) e all’universo Manga (2009), il Locarno Film Festival torna a esplorare una delle cinematografie più ricche e affascinanti al mondo”.

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Lili Hinstin, direttore artistico del festival ha aggiunto: “È la prima volta in 73 anni che il Festival dedica la sua retrospettiva al lavoro di una regista. È indubbiamente un segno della straordinaria consapevolezza collettiva che si sta manifestando negli ultimi due anni – la questione della rappresentazione delle donne ha assunto ormai un valore economico e culturale – ma è soprattutto un’occasione per chiedersi perché un’opera così originale e appassionante come quella di Tanaka sia stata finora mostrata e studiata così poco. Sulla base dei sei film realizzati da Kinuyo Tanaka come regista, l’obiettivo è quello di approfondire l’esperienza di un altro sguardo, sia esso femminile, femminista o semplicemente personale”.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *