"Marpiccolo" vince il 3° Festival italiano del cinema sociale

Dopo La guerra di Mario di Antonio Capuano e Pa-ra-da di Marco Pontecorvo è Marpiccolo di Alessandro Di Robilant ad essersi aggiudicato la 3° edizione del cinema sociale che si è svolto ad Arezzo e nelle 4 vallate della provincia (S. Giovanni Valdarno, Cortona, Bibbiena e Anghiari) dal 28 novembre al 3 dicembre 2010. La pellicola è stata scelta da una giuria presieduta da Ascanio Celestini (del quale è stato presentato, in una sala strapiena, La pecora nera fuori concorso) della quale hanno fatto parte Gabriele Rizza, Fernando Maraghini, Maria Erica Pacileo, Andrea Chimenti, Andrea Biagiotti e Alessandra Bedino. Marpiccolo è stato premiato, secondo la motivazione, "per aver saputo cogliere, dentro un panorama cinematografico quasi sempre dimenticato dal cinema italiano, e mettere a fuoco attraverso una sceneggiatura solida e narrativamente efficace, un mosaico diproblematiche che appartengono all'Italia contemporanea anche grazie alla bella prova del cast. Film come questo dimostrano che non soltanto è possibile ancora pensare un cinema svincolato dai temi della commedia facile e consolatoria, ma che si possono affrontare questioni come l’emarginazione, la condizione giovanile e il degrado ambientale senza retorica"