Martin Scorsese al lavoro sulla serie tv di Gangs of New York

Un grande film pronto a diventare una gigantesca serie TV. Il tutto sotto la direzione dello stesso Martin Scorsese che lo portò al cinema

----------------------------
MASTERCLASS ONLINE DI REGIA CON MIMMO CALOPRESTI

----------------------------

Martin Scorsese girerà la sua prima serie TV che allargherà le maglie narrative di Gangs of New York. Il regista statunitense dovrebbe per la prima volta nella sua carriera dirigere tutti gli episodi della serie, a differenza di quanto accaduto con Boardwalk Empire, di Terence Winter, andata in onda su HBO, di cui era stato produttore e aveva filmato soltanto il primo episodio. La sceneggiatura sarà affidata a Brett Leonard (Shantaram) mentre tra i produttori esecutivi ci saranno gli storici collaboratori di Scorsese, Rick Yorn e Chris Donnelly.
In base alla esclusiva pubblicata dal magazine Deadline, la trama della serie TV sarà ancora una volta ispirata al libro di Herbert Asbur pubblicato nel 1927. Siamo nella seconda metà dell’Ottocento, a New York, dove la macchia criminale della città è contrassegnata dal confronto fra bande rivali. La serie dovrebbe avere come protagonisti personaggi che non sono stati inseriti nel film e dunque non ci saranno l’Amsterdam Vallon di Leonardo DiCaprio o Bill il Macellaio, interpretato da Daniel Day-Lewis. Gangs of New York è stata la prima collaborazione tra DiCaprio e Scorsese. Ai tempi il film, era riuscito a guadagnarsi 10 nomination ai Premi Oscar senza però vincerne nessuno. Nel lungometraggio del 2002, accolto favorevolmente da critica e pubblico, erano presenti anche Cameron Diaz, Jim Broadbent, John C. Reilly, Henry Thomas, Liam Neeson e Brendan Gleeson. Già nel 2013 la stessa Miramax, titolare dei diritti, aveva comunicato la realizzazione di una serie che avrebbe dovuto narrare le lotte tra le bande criminali organizzate di altre città: oltre New York, sarebbero state raccontate anche quelle di Chicago e New Orleans.

----------------------------
CORSO ONLINE DI CRITICA CINEMATOGRAFICA CON LA REDAZIONE DI SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

L’interesse del regista per la serialità non rappresenta una novità assoluta, dato che negli anni scorsi aveva affermato: “Una serie tv permette di avere il tempo e la libertà creativa di dare vita a questo mondo colorato e tutte le implicazioni che ha avuto e continua ad avere nella nostra società”. La serie arriverà in streaming in data e piattaforma ancora da decidere, al momento si sa solo che sarà prodotta dalla casa cinematografica Miramax Television, la stessa che ha prodotto il film. Secondo Deadline, il progetto sarà mostrato ad eventuali acquirenti già entro la fine del mese. Visti i nomi implicati nel progetto, le offerte da parte di reti premium o servizi di video in streaming dovrebbero arrivare presto. Certamente questo non è il primo progetto per lo streaming di Scorsese, il quale è stato il regista del fluviale The Irishman con Joe Pesci e Robert de Niro distribuito da Netflix, da molti visionato come una sorta di serie tv. Come sappiamo Scorsese si sta allontanando dal cinema: infatti in occasione del New York Film Festival il regista statunitense ha criticato la logica del profitto dell’industria cinematografica di Hollywood, che offenderebbe la settima arte.

--------------------------------------------------------------
SENTIERISELVAGGI21ST N.13 – PRENOTA LA COPIA IN OFFERTA SCONTATA ENTRO IL 31 GENNAIO!

--------------------------------------------------------------
----------------------------
BANDO PER IL CORSO DI CRITICA DIGITALE 2023

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative